Team USA a Napoli: domani la Dike affronta i fenomeni americani

Sono grosse, atletiche, veloci, potentissime. Potremmo elencare fino all’inverosimile le caratteristiche peculiari dell’intero parco giocatrici che dispone la nazionale a stelle e strisce di basket femminile. Team USA per gli addetti ai lavori. Impressionante il pedigree: dal 1995, anno di avvio del programma “Team USA Basketball”, gli Stati Uniti hanno vinto 5 Olimpiadi di fila e 4 edizioni dei Mondiali, per un record di 86 successi e 1 sconfitta, ko maturato con la Russia nella semifinale del Mondiale 2006. Dominio assoluto.

La nazionale americana è in Europa, in Italia giocherà giovedì 8 ottobre 2015 alle ore 18 contro la Mapei Givova Dike Napoli di coach Ricchini. Evento libero e gratuito per tutti gli appassionati.

Un evento da non perdere, tant’è che la nazionale dell’allenatore Geno Auriemma, con natali avellinesi e ancora imbattuto in gare ufficiali ( 23-0 lo score), sta affrontando questo Tour Europeo 2015 con la massima attenzione: ha battuto 84-52 le spagnole dell’Uni Girona, e arriverà in Italia per affrontare nell’ordine, oggi la Nazionale Italiana a Roma del neo coach Capobianco e l’8 la Dike Napoli di Pastore&Co.

Chiuderà il suo tour il 9 ottobre a Praga contro le campionesse dell’Eurolega 2015, la USK Praga delle nazionale spagnole Xargay e Palau nonché della stella ceca Elhotova.

Diamo un po’ di cifre di questa nazionale statunitense che sarà priva di fenomeni come Diana Taurasi, impegnata con la sua Ummc Ekaterinburg nella Supercoppa Europea in corso di svolgimento a Braine in Belgio, come della Mvp Wnba 2014 Maya Moore e della play Whalen e Tamika Catchings, Mvp Wnba 2012, 3 volte Oro Olimpico.

Una formazione che arriverà ad affrontare Napoli con un roster pur sempre ‘profondo’ di altrettanti fenomeni del basket in rosa.

Come si può non chiamare fenomeni la neo Mvp Wnba 2015 Elena Delle Donne, la 2 volte oro Olimpico e 2 volte Mvp Wnba Candace Parker, o come una leggenda vivente del ‘parquet in rosa’ come la 3 volte oro olimpico e 3 ori mondiali, la trentacinquenne Sue Bird.

Scoglio durissimo per le giocatrici di Napoli che daranno il benvenuto in squadra alla nuova arrivata Noelle Quinn.

Coach Ricchini si è espresso così in merito alla partita: “Siamo onorati di poter partecipare a questa amichevole con la nazionale statunitense e speriamo di riuscire ad essere almeno un pò competitivi. Sono un team fenomenale ed è veramente un piacere poterci misurare contro queste giocatrici. Sarà un’ottima occasione per noi anche per provare Noelle Quinn”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il suo vice, Stefano Scotto di Luzio: “E’ un’amichevole di grande prestigio. Sarà importante perché ci darà la possibilità di vedere all’opera le nostre due americane nuove, e quindi trovare gli equilibri ed i meccanismi giusti tra le ” vecchie” e le nuove arrivate. Cosa c’è di più bello, per tutti gli amanti della palla spicchi, poter vedere dal vivo la più forte squadra al mondo?!”.

Chiara Crispino

(Foto: fonte http://www.usab.com)

Commenta
(Visited 9 times, 1 visits today)

About The Author