Teate Basket Chieti, nota della società sulla vicenda cantieri

Precisazione della Teate Basket Chieti apparsa poco fa sul sito ufficiale, sulla questione relativa ai lavori all’interno del Palatricalle e su altre questioni su cui la società ha voluto puntualizzare alcune cose.

“In merito all’articolo intitolato “Cantiere durante gli allenamenti, è protesta”, apparso oggi (giovedì 4 aprile) sul quotidiano Il Centro, la Teate Basket Chieti intende chiarire alcuni punti a difesa della propria immagine e del proprio operato. 

Innanzi tutto, è necessario far notare che i lavori ai quali si fa riferimento nel pezzo sono stati concordati dalla ditta esecutrice con il Comune di Chieti, senza consultare la Teate Basket e svolti da operai che osservano, come tutti, normale orario lavorativo nella fascia mattutina dopo le 8:00 ed in quella pomeridiana prima delle 17:00. Non ci sembra colpa di nessuno se l’orario (molto ampio) di cui dispone la ginnastica all’interno del Palatricalle si estende proprio lungo quelle ore e che la Teate di regola si allena con la squadra di Serie B alle ore 17:30. 

Inoltre, riteniamo sia inutile fare paragoni circa il peso specifico tra i vari sport, dato che in questi mesi mai sono stati fatti favoritismi di alcun genere da parte del Comune nei nostri confronti. La pallacanestro è il secondo sport nazionale per numero di spettatori che convoglia all’interno degli impianti ed ha sicuramente più “visibilità” rispetto agli altri, così come la Teate Basket può vantare maggior numero di tesserati e di spettatori (media di 1500) che seguono le gare interne, ma non è mai stata nostra intenzione far questo tipo di rivendicazioni o confronti, in quanto pretendiamo di avere pari diritti rispetto agli altri Club che svolgono attività al PalaTricalle. 

Infine, per quanto concerne le puntualizzazioni riguardanti le cifre spese ci pare corretto far notare che l’aumento delle tariffe comunali, che hanno riguardato in egual misura anche la Teate Basket, sono state comunicate dall’Ente in un apposito incontro presso gli uffici del V Settore al quale erano state invitate tutte le Società che fruiscono dell’impianto. Detto questo, la Teate spende oltre 2400€ mensili di tariffe (con punte di 2700), senza contare che ad inizio anno sportivo ha effettuato, di tasca propria, diverse migliaia di euro di lavori di miglioria al PalaTricalle, dei quali oggi fruiscono tutti gli utilizzatori, per: ripristino delle aree interne e delle tribune, la tinteggiatura di campo e spogliatoi, la pulizia e la potatura delle aree esterne, la creazione di una sala stampa, di un salone hospitality e di una palestra pesi. Il tutto senza gravare su chicchessia (Comune e altre Società utilizzatrici) ed a disposizione di chiunque voglia servirsene. Pertanto, nel pieno riconoscimento degli innegabili risultati che ha ottenuto la Società Armonia d’Abruzzo  in ambito nazionale dando lustro alla città, non ci sembra opportuno promuovere sterili paragoni e competizioni, rilanciando invece con forza la necessità ed il piacere di una cordiale coabitazione ed una costante collaborazione, come fin qui avvenuto, senza favoritismi a favore di nessuno, se non per il bene della nostra amata Chieti.”

Fonte: Area Comunicazione Basket Chieti

Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author

Matteo Del Basso Matteo Del Basso, Laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli studi di Salerno ed iscritto alla magistrale in Corporate and Communication dello stesso Ateneo, appassionato di sport ma soprattutto di pallacanestro. Collaboratore negli scorsi anni per NBA24 e attualmente per SalernoGranata.it.