Teramo Basket, Lagioia: "Abbiamo bisogno del calore dei nostri tifosi"

Archiviata la sconfitta contro Porto Sant’Elpidio, il Teramo Basket 1960 è pronto per ricevere domenica 4 febbraio al Palaskà il Cerignola.

La squadra pugliese occupa la terz’ultima posizione in graduatoria (12 punti) ed è reduce dalla vittoria in casa contro Val Di Ceppo, vittoria conquistata dopo bene cinque sconfitte consecutive. Facile quindi prevedere che sarà l’ennesima battaglia per i biancorossi e bisognerà vincere a tutti i costi, in primis per mettere punti riguardo il discorso salvezza e poi per rimanere in corsa con il treno dei playoff.

Assimilati gli errori commessi contro Porto Sant’Elpidio i ragazzi di coach Piero Bianchi sono carichi per questa sfida, consapevoli che da qui fino alla fine della stagione regolare saranno dei veri e propri spareggi.

Abbiamo avvicinato alla vigilia dell’incontro il capitano biancorosso, Andrea Lagioia.

Andrea partiamo dalle tue considerazioni sulla sconfitta contro Porto Sant’Elpidio, una giornata storta in tutti i sensi.

Purtroppo, come ci capita spesso in trasferta, non riusciamo a dare la nostra impostazione alla partita e dobbiamo aspettare che succeda qualcosa d’involontario per avere uno scatto. Con Porto Sant’Elpidio è stato ancora più difficile. Siamo ripartiti nel terzo quarto con grande carica però non è bastata perché loro avevano già preso fiducia grazie ad un ampio margine, è una partita che ci è scivolata via troppo presto. Abbiamo comunque già analizzato gli errori, abbiamo visto le cose che non vanno. A mio avviso non si deve buttar via tutto, le costruzioni di alcuni tiri erano molto buone e abbiamo sbagliato anche conclusioni su tiro aperto. È stata una giornata storta e può capitare, prendiamo tutto il positivo ed usiamo il negativo per ripartire e non fare gli stessi errori.

Sei il capitano di questa squadra, come si è inserito nel gruppo il nuovo arrivato Victor Osmatescu?

Ormai Victor è già parte di noi, è un ragazzo molto disponibile, disposto ad allenarsi duramente. Deve ritrovare il ritmo perché la differenza di categoria si sente nell’intensità degli allenamenti e durante le partite. Si è inserito bene a livello di gioco, a Porto Sant’Elpidio infatti nonostante la sconfitta lui è stato uno dei migliori. Penso che sia un buon innesto e ci darà una mano, poi è un ragazzo super che ha voglia di lavorare, siamo molto contenti di averlo in squadra.

Adesso arriva al Palaskà Cerignola, bisogna vincere a tutti i costi.

Dobbiamo vincere assolutamente, rispettando Cerignola che è una squadra imprevedibile. Loro non avranno nel roster Sabatino (per infortunio) e Colonnelli, ma sicuramente verranno da noi per vincere perché hanno bisogno di punti per togliersi dalle zone basse della classifica. Noi dal canto nostro le partite in casa non possiamo sbagliarle e quindi bisognerà vincere a tutti i costi. Ce la metteremo tutta, come al solito, sperando che i nostri splendidi tifosi ci diano una mano come contro Giulianova e Senigallia. Servirà tutto il loro calore e il loro supporto, qualsiasi partita è importante adesso, noi siamo pronti.

Comunicato e foto a cura di Ufficio Stampa Teramo Basket 1960.

Commenta
(Visited 48 times, 1 visits today)

About The Author