Teramo Basket, parla coach Domizioli: "Lotteremo alla pari con tutti e porteremo gente al PalaAska"

Mentre cresce l’attesa per la presentazione ufficiale dell’Adriatica Press Teramo – che avverrà lunedì 20 agosto alle ore 11 presso la sede in Corso San Giorgio – non accenna a diminuire l’entusiasmo tra i tifosi per il nuovo roster, allestito con grande oculatezza dalla società del Presidente Ermanno Ruscitti. La logica seguita durante il mercato è stata quella della squadra giovane ma allo stesso tempo esperta, scovando giocatori con alle spalle già esperienze importanti in campionati di Serie B (con partecipazioni anche ai playoff) e di Serie A2, desiderosi di continuare il loro percorso di crescita individuale ed ovviamente collettivo sotto i colori biancorossi. Parola chiave quindi sarà entusiasmo, entusiasmo legato alla gioventù ma anche maturità e consapevolezza di far parte di un progetto importante ed ambizioso in una piazza storica come Teramo. A tracciare un mini bilancio di questi primi mesi ci ha pensato coach Massimiliano Domizioli, più che soddisfatto per come si è svolta la sessione estiva di mercato e l’allestimento del roster.

Coach come sono le tue prime impressioni sulla costruzione della squadra?

Molto positive, abbiamo di fatto completato tutti i reparti e adesso vedremo se inserire un giovane dal nostro settore giovanile o prendere un altro giocatore. E’ un roster sicuramente giovane ma che saprà farsi valere in questo girone.

Che tipo di squadra hai in mente come tipologia di gioco?

Dovremmo essere in grado di giocare a ritmi molto alti, sia in attacco che in difesa, sfruttando la profondità del roster e sfruttando la gioventù media del roster. Cercheremo di aprire il campo per essere pericolosi sia in situazioni di uno contro uno sia con il tiro da tre punti. Ritmo alto, contropiede primario, contropiede secondario che dovrà nascere da una grande pressione difensiva sia sulla palla sia per quanto riguarda situazioni di anticipo, aiuto, recuperi e rotazioni.

Sbirciando un po’ il mercato delle altre squadre che previsioni si possono fare sul Girone C?

Il nostro girone sarà sicuramente durissimo e molto equilibrato. Il mercato è stato difficile perché tutte le squadre hanno investito parecchio ed il prezzo dei giocatori è stato abbastanza alto. Ci sarà sicuramente qualche formazione superiore alle altre, come Chieti e San Severo al momento, e sarà avvincente disputare i derby abruzzesi, affrontare le pugliesi e le marchigiane, che ogni anno allestiscono roster importanti, senza sottovalutare le due calabresi. Bisognerà sudarsi ogni vittoria e siamo pronti a farlo.

Sono i tuoi primi mesi qui a Teramo, com’è stato l’impatto con la città e con l’ambiente biancorosso?

Il primo mese è servito per prendere contatto con tutta la società e con lo staff tecnico, entrambi di primissimo livello, poi siamo passati immediatamente alla costruzione della squadra. Ho trovato grande entusiasmo, si vede che Teramo è una città che per molti anni ha visto un basket di altissimo livello e quindi sarà nostro compito cercare di riportare il maggior numero di persone possibili al palazzetto. Tutto ciò passerà ovviamente anche dal nostro tipo di gioco perché mi sono reso conto che il fine palato dei nostri tifosi dovrà portarci a dare sempre il 100% in campo e a giocare una pallacanestro piacevole e spettacolare. Impatto quindi più che positivo, siamo in grado di lottare alla pari con tutti e sarà importante coinvolgere il pubblico già dalle partite di precampionato.

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.