Terza sconfitta consecutiva per il Giulianova Basket, contro Matera finisce 61-64

Il Giulianova Basket 85 non sa più vincere tra le mura amiche del PalaCastrum e contro Matera è arrivata la terza sconfitta consecutiva, dopo le due vittorie di inizio stagione contro Teramo e Bisceglie. I ragazzi di coach Putignano hanno espugnato il parquet giuliese con il punteggio finale di 61-64 al termine di un gara, che nonostante i tanti errori, l’Etomilu Giulianova avrebbe potuto portare quantomeno all’overtime.

Coach Tisato sceglieva di iniziare la gara con Banchi, Ricci, Bastone, Preti e Criconia mentre la panchina ospite si affidava a Di Marco, Cozzoli, Battistini, Migliori e Ravazzani.
I padroni di casa, subito aggressivi in difesa, si portavano sul 7-0 ma Matera, sfruttando un paio di ingenuità offensive dei giallorossi, nell’arco di 90” si avvicinava sul -1 (7-6 al 3’). Il tempo di riordinare le idee e l’Etomilu, con un Ricci particolarmente ispirato, allungavano sul 15-6 grazie al miglior uso del contropiede. Ravazzani con un paio di conclusioni ravvicinate, teneva a galla i suoi, poi ci pensava Migliori, con la sua prima tripla della gara, a riportare Matera a due possessi dai giallorossi (19-14 al 6’30). Lo staff tecnico giuliese rivoluzionava il quintetto buttando nella mischia Bertocchi, Criconia e Di Diomede; quest’ultimo si disimpegnava subito egregiamente con un canestro ed una palla rubata proprio a Franco Migliori, ma gli ospiti, sfruttando qualche errore di troppo dell’Etomilu, chiudevano il primo quarto sotto solo di un punto sul 24-23.

La rimonta lucana proseguiva anche nel secondo quarto, tanto che al 12’ gli ospiti erano addirittura sul +4 (24-28), dopo un parziale di 9-17. Il primo canestro del periodo era di Preti (27-28) che dava respiro ai suoi. I ritmi di gioco, rispetto agli spumeggianti primi 10’, si abbassavano notevolmente, di contraltare gli errori al tiro la facevano da padrone (29-31 al 16’). L’Etomilu pagava dazio nei confronti di Matera soprattutto per quanto riguardava la lotta a rimbalzo, in netto favore degli ospiti (14 a 10) che raccoglievano ben 7 rimbalzi offensivi. Migliori al 17’40” segnava la tripla del +5 (29-34), massimo vantaggio ospite. Nell’ultimo minuto però saliva in cattedra Bastone che confezionava il 5-0 che valeva la parità in chiusura di quarto (34-34).

Al ritorno in campo dopo la pausa lunga la partita stentava a decollare. Tisato provava a giocarsela con il quintetto basso, con Di Diomede da 4 e Preti da 5, ma l’esperimento durava solo 4’ visto che il coach ex Venezia ributtava nella mischia Tomasello, fin lì però abbastanza in ombra, e poco dopo Sacripante, giocando così con Bastone da ala forte e tre esterni (38-38 al 26’30). Matera senza fare niente di trascendentale, ma solo limitando gli errori, negli ultimi 2’ metteva a segno un parziale di 2-6 che valeva il 40-44 di fine quarto.

La difesa a zona orchestrata da Matera creava non pochi problemi a Giulianova che, pur prendendo discreti tiri aperti, continuava a litigare con il ferro che ne rigettava gran parte. Al 31’ le percentuali al tiro non sorridevano all’Etomilu che tirava da 2 con solo 12 su 30 e dalla lunga distanza con un misero 4 su 21 (40-48). Una magia di Bastone che concretizzava un importantissimo 2+1, riportava l’Etomilu sul -5 (47-52 al 34’). La tripla di Ricci veniva accolta letteralmente da un boato (50-54 al 26’) ma dall’altra parte Matera puniva ogni minima disattenzione difensiva dei giallorossi. A 150” dalla fine con uno scatto d’orgoglio l’Etomilu ritornava ad un solo possesso da Matera (54-57). Ochoa dalla lunetta riportava a due i possessi di vantaggio degli ospiti e si entrava negli ultimi due minuti sul 56-59. Ravazzani segnava da sotto, poi Ochoa con un libero aumentava il vantaggio a 5 lunghezze (56-62 al 39’). Dopo altri due liberi di Ravazzani, Bastone segnava 5 punti in fila, riaccendendo le speranza dei giuliesi che erano sotto di 3 a 25 secondi dalla fine. Ravazzani sbagliava il tiro della vittoria e Giulianova aveva in mano il possesso che poteva valere i tempi supplementari ma Bastone,  con 3 secondi sul cronometro, sbagliava la tripla della parità. Al 40′ il tabellone segnava il punteggio finale di 61-64 per gli ospiti che con questa vittoria raggiungevano in classifica proprio l’Etomilu.

ETOMILU GIULIANOVA – OLIMPIA MATERA 61-64 (24-23, 10-11, 6-10, 21-20)

Giulianova Basket 85: Nicola Bastone 24 (7/13, 3/5), Antonello Ricci 13 (4/6, 1/3), Jacopo Preti 12 (3/4, 2/8), Alessandro Banchi 5 (1/5, 0/3), Daniele Tomasello 2 (1/4, 0/0), Martino Criconia 2 (1/2, 0/5), Simone Di diomede 2 (1/2, 0/1), Edoardo Bertocchi 1 (0/0, 0/0), Giuseppe Sacripante 0 (0/0, 0/3), Edoardo Magazzeni 0 (0/0, 0/0), Giorgio Zacchigna 0 (0/0, 0/0), Simone Sofia 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 7 / 10 – Rimbalzi: 33 12 + 21 (Daniele Tomasello 10) – Assist: 12 (Alessandro Banchi, Giuseppe Sacripante 3)
Olimpia Matera: Franco Migliori 15 (4/12, 1/4), Nicolò Ravazzani 13 (4/7, 0/0), Marcello Cozzoli 11 (3/4, 1/5), Lorenzo Varaschin 11 (3/7, 1/1), Leonardo Battistini 7 (3/7, 0/0), Ignacio Ochoa 5 (0/2, 0/0), Matías nicolás Dimarco 2 (1/3, 0/3), Alessandro Marra 0 (0/3, 0/1), Daniele Lopane 0 (0/0, 0/0), Samuele Pasqualini 0 (0/0, 0/0)
Tiri liberi: 19 / 23 – Rimbalzi: 35 13 + 22 (Nicolò Ravazzani 13) – Assist: 4 (Matías nicolás Dimarco 3)

fonte: ufficio stampa Giulianova Basket 85
Commenta
(Visited 29 times, 1 visits today)

About The Author