Terzo atto della stagione per Palestrina

Terzo atto della stagione, a Palestrina si lavora con animi rilassati ma ci pensa coach Lulli a mantenere alto il livello di attenzione dopo i due successi iniziali.
Ottimo il percorso finora svolto, ma troppo poco per esprimere giudizi, nella prossima giornata la Citysightseeing è attesa dal primo derby stagionale ricevendo tra le mura amiche la Luiss Roma di coach Paccarie’. Un ex della serata il tecnico dei romani, avendo allenato per due anni a Palestrina agli inizi degli anni Novanta, ora alla guida della società universitaria fresca di ammissione in B dopo diversi tentativi di promozione. Il ruolino di marcia degli ospiti è diametralmente opposto agli arancio verdi, due sconfitte frutto di un 62-52 rimediato a Fondi e del 84-89 subito in casa contro la forte Rieti, pur dimostrando dei netti miglioramenti.
Il roster a disposizione non è infatti da sottovalutare, tra gli esterni il nome più noto è quello di Riccardo Marzoli, una guardia che salì alla ribalta anni fa ai tempi di San Severo. Tre classe 1995 si alternano in campo, i playmaker Di Bello e Sanguinetti, uno da Martina Franca e l’altro dalla Stella Azzurra, e Faragalli Serroni affrontato da Palestrina con l’Under 19 di Roseto. Molto spazio per la guardia-ala Marcon, alla prima vera avventura nei campionati nazionali, un prospetto molto interessante uscito dal vivaio della Reyer che è stato tra i migliori nelle prime uscite. Un’altra vecchia conoscenza è l’ala Anselmi, ex Tiber, così come il pari ruolo D’Anolfo che ha un passato con Ferentino e Latina. Settore lunghi che comprende Kavaric, giovane montenegrino con trascorsi di B a Corato, e i pivot di ruolo che sono Storchi e Ramenghi: Storchi è classe 1979, curriculum lunghissimo in categoria, proviene da Bisceglie dove ha vissuto tre stagioni, Ramenghi è un classe 1992 preso un anno fa dalla Val di Ceppo dopo la militanza alla Stella Azzurra, scuola Mens Sana è con i suoi 210 cm il più alto del gruppo. Occhio anche all’ultimo arrivo, Filippo Gorrieri, ala ventunenne dal buon tiro che è cresciuto nella Virtus Roma ma ha già provato in Legadue con Imola.
Palestrina da parte sua non poteva sperare in un inizio migliore, due gare sempre condotte ed anche con scarti importanti, gruppo solido, coeso, bilanciato. Entusiasmo quanto basta per aumentare l’attenzione dei propri sostenitori, attesi ad un ritorno deciso sulle tribune del palazzetto prenestino dopo i fasti degli anni Duemila.
Ultimo precedente nell’inverno 2012 in DNC, Palestrina-Luiss al PalaIaia terminò 66-45 (Molinari 2, Brenda 8, Di Giuseppe 2, Bouboukas 6, Di Fabio 2). Prima di allora si erano incontrate solamente nel 2005 in B2 e gli arancio verdi dominarono 100-63 sulla formazione dell’allora coach Nunzi.
Breve sguardo alle statistiche, Palestrina tira col 57% da due (solo Rieti fa meglio) e col 30% da tre, la Luiss risponde col 48% e 26%. In controtendenza al passato Palestrina col 75% ai liberi, penultima la Luiss con solo 63% di realizzazione. Rimbalzi: Palestrina 73 (Gagliardo 17) e Luiss 56 (Marzoli 14), nota di merito per Simone Rischia al momento primatista nella classifica assist con 6.5 a gara.
Arbitri dell’incontro saranno i sigg. Giuseppe Scarfò di Palmi e Francesco Praticò di Reggio Calabria. Aggiornamenti streaming audio su www.ondalibera.it

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author