Terzo quarto da trenta e lode e l'Etrusca s'impone su Santarcangelo

Blukart Etrusca San Miniato – Dulca Santarcangelo 92 – 79

Etrusca: Stefanelli 23, Zita 7, Bruno 19, Bertolini 18, Parrini 3, Gaye 2, Rinaldi 7, Pagni 10, Di Noia 3, Capozio. All. Barsotti Ass. Ierardi e Carlotti

Santarcangelo: Pesaresi 12, Fusco ne, Pasini ne, Gualtieri 5, Bedetti L. 18, Moretti 3, Cardellini 10, Bedetti F. 13, Botteghi 7, Saponi 11. All. Tassinari Ass. Carrabotta

Parziali 27-19, 47-41, 77-58, 92-79

Arbitri: D’Orazio di Treviso e Vantini di Verona

Una grande Blukart versione casalinga torna alla vittoria, dopo lo scivolone di Bottegone, con una grande prestazione corale. La squadra di coach Barsotti gioca una grande gara con un approccio attento fin dalle prime battute, riuscendo a limitare da subito le corse dei temibili esterni avversari e attaccando con continuità il canestro con Stefanelli, Bruno e Zita. Alla fine del primo quarto l’Etrusca vola sul +8, ma nella seconda frazione i romagnoli si scuotono, aumentando la loro pericolosità dall’arco con Pesaresi, in contropiede con Bedetti e con un concreto Botteghi sotto le plance. Sono Bertolini e Rinaldi a tenere avanti l’Etrusca all’intervallo lungo, con sei lunghezze di vantaggio. Il terzo quarto è il capolavoro Blukart: Stefanelli e Bruno segnano in continuazione, dall’arco e in penetrazione, mentre Pagni e Bertolini puniscono tutti gli errori della squadra ospite vicino a canestro; la difesa sanminiatese riesce finalmente a limitare le scorribande dei fratelli Bedetti: la bomba da metacampo a fine tempino sancisce il 30 a 17 di parziale, mettendo una seria ipoteca sulla gara. Nell’ultimo quarto il ritmo si abbassa: Santarcangelo ci prova a ricucire ma dal -19 iniziale riesce ad arrivare sul -13 solo sulla sirena e San Miniato può giustamente festeggiare per un successo fondamentale. “Due punti fondamentali per la nostra corsa alla salvezza” le parole di coach Barsotti a fine gara “Abbiamo avuto un ottimo approccio alla gara in fase offensiva, attaccando molto il ferro con i nostri esterni. Nella seconda parte della gara siamo stati molto bravi a muovere la palla e segnare con continuità dall’arco, tutti tiri costruiti in ritmo all’interno del nostro sistema di gioco. In più abbiamo limitato il loro contropiede, che aveva tenuto a galla Santarcangelo nella prima parte e con un grande terzo quarto abbiamo ipotecato la gara. Ora ci aspetta una grande settimana di lavoro: la sfida di domenica prossima a Cecina sulla carta è proibitiva e proprio per questo dobbiamo allenarci alla grande tutta la settimana con il gusto di andare a fare un’impresa.”

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author