Torino Teen Basket: Marco Pecollo e la sfida contro Rivarolo

Marco Pecollo e la sfida contro Rivarolo

In questo periodo i Golden State Warriors sono la squadra più in forma dell’NBA, sospinta da un gruppo giovane e pieno di entusiasmo e da un giocatore, Stephen Curry, che assomiglia molto a un extraterrestre. “Sono la formazione più divertente e spettacolare, in questo momento la mia preferita” è il pensiero di Marco Pecollo, “ogni tanto la difesa concede qualcosa ma l’attacco è semplicemente straordinario. Dovremmo prendere esempio da loro”. Quella dell’ala del Torino Teen Basket è naturalmente una battuta ma descrive bene le difficoltà attuali dei biancoverdi, spesso in conflitto con il canestro. “Il nostro problema in questa prima fase del campionato è sicuramente l’efficacia offensiva” prosegue Marco, “tecnicamente e fisicamente siamo in forma, la difesa è sostanzialmente a posto, ma non riusciamo a segnare con continuità”.

L’ultimo match, giocato al PalaFolis contro Carmagnola, si è deciso in favore degli ospiti all’inizio dell’ultimo quarto, quando questi si sono portato sul più 8, dal 50-50, anche grazie a due triple. “Ormai abbiamo capito che la C regionale è equilibrata” spiega il numero 17 del TTB, “ce la possiamo giocare con tutti ma per vincere dobbiamo cercare di essere più incisivi, soprattutto nelle fasi clou dell’incontro”. Il rimedio c’è e la squadra ci sta lavorando da tempo: “l’allenamento sulla fase difensiva continua ma adesso alleniamo maggiormente il tiro e gli uno contro uno. Speriamo di riuscire a raccogliere i frutti già dalla prossima partita”.

La 12esima giornata dei biancoverdi sarà nuovamente al Palazzetto di Pino Torinese e sulla collina arriverà Rivarolo, quinta in classifica ma con un rendimento decisamente migliore in casa rispetto alla trasferta. Marco Pecollo si avvicinerà al match come sempre, ascoltando musica rap americana per caricarsi e trovare concentrazione. “Li ho già affrontati in passato e ricordo una squadra tosta” afferma, “siamo al completo, dovremo sfruttare il vantaggio del campo e confido in una buona partecipazione del nostro pubblico”.

Marco ha 24 anni e il Torino Teen Basket è in pratica la seconda società in cui ha giocato. Dopo l’inizio alla Lombardi infatti, ha giocato per diverse stagioni a San Mauro, con le giovanili e in serie D. “Ricordo una semifinale playoff persa negli ultimi secondi del match proprio contro il TTB. Per fortuna sono poi riuscito a godermi la gioia di una promozione, l’anno scorso a Casale”. Nell’estate del 2013 l’arrivo a Pino insieme all’amico Filippo Quagliolo, lo straordinario campionato con il passaggio in C e la nuova esperienza nella categoria superiore. “Dal punto di vista dei risultati siamo in un momento poco felice ma il gruppo è molto unito” conclude Marco, “ci teniamo a far punti nelle ultime partite del 2014, per cominciare con entusiasmo e fiducia il 2015”.

Commenta
(Visited 12 times, 1 visits today)

About The Author