Torneo di Trieste: la presentazione e le parole di coach Pianigiani

Ultimi tre impegni per la Nazionale prima della partenza per Berlino, dove gli Azzurri disputeranno le gare del girone B dell’EuroBasket a partire dal 5 settembre.

Al Pala Rubini va in scena il torneo “Estate Azzurra in città” che metterà sulla strada della formazione del CT Simone Pianigiani Georgia, Michigan State Spartans e Russia. Tutte le gare del torneo saranno trasmesse in diretta sui canali di Sky Sport con il commento, per le partite della Nazionale, di Flavio Tranquillo e Davide Pessina. I match che non riguarderanno gli Azzurri saranno commentati da Geri De Rosa e Andrea Meneghin.

Nei giorni del torneo si terrà la tappa italiana del “Trophy Tour” FIBA. Il 27 e il 29 agosto la Coppa, destinata ai futuri campioni d’Europa, sarà in Italia proprio a Trieste.

Il 27 agosto il trofeo e la mascotte dell’EuroBasket 2015 saranno in Piazza Borsa mentre il 29 agosto l’evento verrà replicato all’interno del Pala Rubini durante l’incontro tra Italia e Michigan State.

“Per noi – commenta il CT Pianigiani – sarà l’ultimo test per cercare di fare passi in avanti sotto l’aspetto della tenuta fisica e mentale, che è la cosa che a me preme di più. Vogliamo riuscire a capire se abbiamo la capacità di tenere i ritmi che troveremo all’Europeo per tutti i 40 minuti. Oltre a questo, incontrando squadre con caratteristiche diverse l’una dall’altra, potremo andare ulteriormente nei dettagli e affinare giorno per giorno tutte le nostre situazioni. A Berlino la continuità e la tenuta fisica e mentale ci daranno modo di competere ma poi saranno i dettagli a fare la differenza tra vincere e perdere”.

Il primo impegno in calendario è previsto per venerdì 28 agosto alle 20.30 (diretta su Sky Sport Plus HD) contro la Georgia. A due settimane di distanza, le due formazioni tornano ad affrontarsi a campi invertiti. A Tbilisi finì 87-67 per l’Italia. I georgiani parteciperanno all’EuroBasket giocando il girone C (a Zagabria) con Croazia, Slovenia, Grecia, Macedonia e Paesi Bassi.

“Gara d’esordio – commenta coach Luca Dalmonte – contro una squadra che abbiamo già affrontato meno di due settimane fa e che, tra le tre partecipanti, conosciamo meglio. Tra i loro punti di forza possiamo citare: la solidità di Tsintsadze, insieme con l’estro di Pullen, mix che si completa nel ruolo di play; Markoishvili, giocatore leader e terminale offensivo primario sul perimetro; l’essere atipico di Sanikidze nel ruolo di ala piccola, cosa che rende l’idea dell’atletismo e della taglia che può proporre la squadra georgiana. In ala forte Burjanadze garantisce pericolosità perimetrale nel ruolo e grande combattività difensiva. Centro ‘totem’ e leader emotivo è Zaza Pachulia. Rispettato e cercato in tutte le situazioni interne, il centro completa il quintetto di qualità della formazione dell’est Europa. Dalla panchina, al di là del talento offensivo di Pullen, coach Kokoskov può alternare giocatori solidi che possono dare un contributo certo al sistema”

Il secondo match del torneo, anticipato alle 18.00 per esigenze televisive (diretta Sky Sport 1 HD), sarà una sfida inedita ai Michigan State Spartans, squadra dell’Università con sede a East Lansing (Usa). Formazione NCAA della Big Ten Conference della Division I, i biancoverdi sono allenati da coach Tom Izzo, che li ha portati alla vittoria nel 2000 contro i Florida Gaters. Il primo titolo NCAA è arrivato invece nel 1979, quando con Michigan State giocava un certo Magic Johnson.

“Ci dovremo aspettare – dice Dalmonte – una formazione che nella sua versione estiva proporrà giovani motivati per conquistare un posto al sole nella stagione che andrà a iniziare. Di conseguenza tantissima energia a livello di esecuzione offensiva e proposte difensive. Sarà un piacere, oltre che un onore, incrociare coach Izzo, uno dei guru del basket universitario statunitense”.

La chiusura del torneo sarà contro la Russia (ore 20.30, diretta Sky Sport 2 HD). I russi, che da qualche giorno hanno in Andrej Kirilenko il Presidente Federale, sono inseriti nel girone A dell’EuroBasket, quello che si giocherà a Montpellier con Francia, Finlandia, Bosnia Erzegovina, Polonia e Israele. Se gli Azzurri passeranno la fase a gironi incroceranno una di queste formazioni nel turno ad eliminazione diretta.

“La Russia – spiega Dalmonte – propone un roster solido e di esperienza. Fridzon, Antonov, Monya, Ponkrashov, Voronov e Kurbanov compongono il gruppo che da anni ‘difende la maglia’ e che garantisce una sorta di continuità alla propria Nazionale. Orfana di alcuni ‘veterans’ importanti, la squadra di Pashutin, insieme con Vyaltsev e Khvostov propone atleti giovani e medio giovani che cercano una vetrina europea per consolidare il proprio status. Tra questi spicca Kulagin. I russi hanno taglia e struttura fisica in tutti i ruoli, esterni che possono giocare il post basso come Kurbanov, numeri quattro estremamente perimetrali come Monya e giocatori interni con doppia dimensione come Zubkov e Antonov. Necessita altissima concentrazione per tutti i 40 minuti nel porre attenzione ad ogni possesso difensivo per evitare i vantaggi per la doppia dimensione offensiva che molti giocatori hanno”.

Il 29 agosto, nella sfida tra gli Azzurri e Michigan State, il CT Simone Pianigiani raggiungerà il traguardo delle 100 partite alla guida della Nazionale.

Gli Azzurri partiranno alla volta di Berlino il 2 settembre. L’esordio all’EuroBasket è previsto per il 5 con la Turchia.

Commenta
(Visited 10 times, 1 visits today)

About The Author