Trapani, Ducarello presenta la sfida a Reggio Calabria: "Non sarà una partita facile"

Si è svolta ieri, a partire dalle ore 17.00, presso la sala stampa Cacco Benvenuti del Pala Conad, la consueta conferenza stampa pre-gara. E’ stata presentata la partita contro la Viola Reggio Calabria, valida per la ventottesima giornata della Serie A2 Citroën girone Ovest. Hanno risposto alle domande dei giornalisti presenti il coach della Pallacanestro Trapani Ugo Ducarello ed il playmaker Riccardo Tavernelli.

Riccardo Tavernelli: «Quella contro Siena era una sfida da vincere ma è andata male. Non credo che abbia lasciato il segno perché in settimana ci siamo allenati bene focalizzando la nostra attenzione solo alla sfida contro Reggio Calabria. Se dovessi valutare la stagione fino ad oggi la mia opinione è che abbiamo fatto un campionato al di sotto delle aspettative; naturalmente il problema degli infortuni ha influito pesantemente e ci ha limitato molto. La mia annata ha seguito l’andamento della squadra e l’infortunio è arrivato nel momento peggiore, proprio quando avevo preso contezza del ruolo e delle dinamiche del gruppo. Durante la stagione siamo stati più volte costretti a cambiare il nostro assetto poiché quasi mai siamo riusciti ad allenarci al completo. A partire da domenica, senza pensare a fare calcoli o alle nostre avversarie, dovremo giocare ogni partita come una finale, provando ad ottenere il massimo. Reggio Calabria è una squadra completamente diversa rispetto all’andata, hanno una posizione in classifica non facile ma, dopo le due vittorie consecutive, sono in grande fiducia».

Ugo Ducarello: «Prima di iniziare vorrei spendere due parole per Claudio Tommasini che sta soffrendo tanto per questo ennesimo infortunio. Nessuno di noi se lo aspettava ed è stata una doccia fredda per tutti. Personalmente sono molto dispiaciuto perché ho sempre creduto in lui e nelle sue potenzialità ma quest’anno il destino è stato molto crudele con lui e, per questo, mi sento di esprimergli tutta la mia vicinanza. In questa fase di campionato stiamo vivendo delle problematiche, soprattutto nelle scelte offensive: la squadra non riesce ad esprimere a pieno il proprio valore poiché non riesce a creare facilmente situazioni di vantaggio. Da inizio anno fino ad ora sono cambiati gli equilibri e le gerarchie. A Siena abbiamo giocato male ma spesso, in questa categoria, le partite si vincono con gli esterni e se ti mancano due giocatori come Tommasini e Mays fai molta fatica. Crockett è in difficoltà perché è un giocatore di sistema e quando il gruppo produce poco lui ne risente. Naturalmente non posso essere contento di quello che stiamo facendo poiché stiamo attraversando un momento in cui abbiamo perso fiducia e, a mio avviso, potremo uscirne soltanto col lavoro negli allenamenti. Personalmente sono scontento ed amareggiato, questo gruppo a gennaio era quarto in classifica ma abbiamo perso tanti, troppi punti, soprattutto in casa. Le ultime partite sono sempre le più difficili perché le squadre giocano per raggiungere degli obiettivi. Anche domenica prossima Reggio Calabria giocherà per la salvezza e non mi aspetto una sfida facile. Affronteremo la Viola con le nostre armi e davanti al nostro pubblico, consapevoli che per noi è una partita molto importante: mi auguro che potremo giocarla con la stessa voglia messa in campo contro Roma».

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author