Trapani sfida Siena, Ducarello: "Dare il massimo contro una diretta concorrente"

Si è svolta ieri, a partire dalle ore 17.00, presso la sala stampa Cacco Benvenuti del Pala Conad, la consueta conferenza stampa pre-gara. E’ stata presentata la partita contro la Mens Sana Siena, valida per la ventisettesima giornata della Serie A2 Citroën girone Ovest. Ha risposto alle domande dei giornalisti presenti il coach della Pallacanestro Trapani Ugo Ducarello.

Ugo Ducarello: «Affrontiamo la partita contro Siena con la consapevolezza che mancano solo 4 partite alla fine del campionato e che dovremo dare il massimo per battere una diretta concorrente alla corsa ai play-off. La classifica è molto corta, in questo momento siamo ottavi a pari merito e le ultime 4 gare saranno 4 finali non solo per noi ma per tutti. Alcune squadre come Siena o Rieti possono ancora rientrare nella griglia ma noi non temiamo nessuno e dobbiamo solo pensare a fare quanto di meglio possibile, i conti li faremo alla fine. La vittoria è sempre la migliore medicina, è chiaro che il modo in cui abbiamo vinto la partita contro Roma è stato fondamentale per accrescere in noi consapevolezza ed il buon umore. La settimana di allenamento che ci ha portato alla sfida contro Roma è stata molto proficua, c’è stata una buona intensità e siamo riusciti a trasferire quel lavoro in partita. Questa settimana la squadra ha lavorato con la giusta attenzione sebbene alcuni giocatori non si siano mai allenati. Siena è due punti dietro di noi ed è chiaro che sarà una partita tosta; anche loro stanno vivendo molte difficoltà da un punto di vista fisico ma vengono da 5 sconfitte consecutive e per loro sarà una partita da dentro/fuori per i play-off. Siena ha dei terminali offensivi di spessore come Harrell e Myers ed in più hanno un tiratore puro come Tavernari che non dobbiamo fare entrare in ritmo. Quando si perdono giocatori chiave all’interno dello scacchiere di squadra e si è sempre costretti a cambiare ordine tattico le cose inevitabilmente mutano. Non si è rotto niente all’interno dello spogliatoio ed infatti la squadra ha dimostrato che quando sta bene le cose funzionano».

Commenta
(Visited 21 times, 1 visits today)

About The Author