Trapani supera Napoli trascinata da Jefferson

Lighthouse Trapani: Jefferson 20 (2/4; 5/10), Bossi 5 (1/3; 1/2), Renzi 16 (7/9), Testa, Fontana n.e., Guaiana n.e., Ganeto 11 (3/7; 1/2), Mollura 6 (2/2 da due), Viglianisi 6 (2/5 da 3), Spizzichini 5 (1/2; 1/1), Perry 15 (6/11; 0/1), Simic 2 (1/1).

Allenatore: Ugo Ducarello. Assistenti: Daniele Parente, Gregor Fucka.

 

Cuore Basket Napoli: Fioravanti 10 (5/6; 0/2),Mascolo 4 (2/4; 0/1), Vangelov 4 (2/4 da due), Ronconi 8 (1/3; 2/3), Gallo n.e., Maggio 6 (2/4 da 3), Thomas 12 (3/6; 2/5), Nikolic n.e., Caruso 6 (3/5 da due), Turner 24 (8/12; 2/11).

Allenatore: Maurizio Bartocci. Assistenti: Aldo Russo, Armando Trojano.

 

TRAPANI. La Lighthouse batte Napoli 86-74 e si mette alle spalle le 5 sconfitte consecutive. Partita sempre in equilibrio fino a metà ultima frazione quando Jefferson, con 3 triple consecutive, ha preso per mano i granata trascinandoli alla vittoria. Proprio il play americano merita il titolo di mvp: per lui 20 punti conditi da 6 assist.

 

 

1°Quarto: coach Ducarello decide di iniziare il match con Jefferson, Viglianisi, Ganeto, Perry e Renzi. Bartocci risponde con Ronconi, Thomas, Mascolo, Turner e Caruso. Il primo canestro è di Turner ma Ganeto risponde subito con una tripla. Turner e poi Jefferson realizzano col jump dalla media. Caruso e Renzi da sotto, poi il solito Turner prima della bomba di Viglianisi: 10-8 al 5’. Thomas manda a bersaglio il long-two ma Ganeto e Mollura riportano Trapani in vantaggio. Nell’ultimo minuto segna due volte Fioravanti: 14-14 al 10’.

2°Quarto: Il primo canestro è di Simic ma Maggio e Turner, con tre triple, portano Napoli in vantaggio (16-23). Perry, con 4 punti, interrompe il parziale di Napoli ma Thomas riporta i suoi sul +5: 20-25 dopo 5’. Ancora Perry corregge a canestro l’errore di Viglinisi. Ronconi segna in penetrazione ma Viglianisi risponde dai 6.75. Vangelov e Mascolo rispondono al libero di Perry: 26-31 e time out Ducarello. Renzi, con 4 punti, risponde alla tripla di Ronconi. La tripla di Ganeto accorcia il divario ed i due punti sulla sirena di Perry cristallizzano il punteggio sul 35-36 al 20’.

3°Quarto: Fioravanti schiaccia in tap-in prima del 2/2 di Perry dalla lunetta. Tripla di Thomas e lay-up di Ganeto prima del long-two di Turner e del canestro di Perry: 41-43 a 6’40’’ dal termine. Botta e risposta fra Vangelov e Renzi. Segnano Turner e Fioravanti per Napoli prima dei 4 punti di Renzi. Jefferson risponde a Mascolo e Renzi, in appoggio, impatta a quota 51. Realizza Turner ma la tripla di Jefferson riporta Trapani in vantaggio (56-55). Nell’ultimo minuto segnano Thomas e Spizzichini da oltre l’arco:59-58 al 30’.

4°Quarto: Segano Mollura e Turner. Napoli sigla un break di 5-0 con Caruso e Ronconi (da 3) e si riporta in vantaggio: 63-65 a 7’ dalla fine. Trapani si sblocca e, con Renzi e Spizzichini, piazza un break di 7-3 che costringe Bartocci alla sospensione sul 70-68 a 5’ dal termine. La terna fischia un antisportivo a Turner e Mollura realizza i due liberi dopo il canestro di Turner. Andrea Renzi conclude il gioco in post basso subito replicato da Caruso: 76-72 a 3’ dal termine. Jefferson realizza dai 6.75 costringendo Bartocci al time-out: 79-72 quando manca1’50’’. Ancora Jefferson con due triple chiude di fatto i giochi. Finisce 86-74.

 

 DICHIARAZIONI IN SALA STAMPA

 

Ugo Ducarello (Coach Lighthouse Trapani): “Fin da quando siamo rientrati da Roma sapevamo quanto sarebbe stata difficile questa partita, nonostante Napoli sia ultima in classifica. In settimana abbiamo cercato di caricare mentalmente la squadra ma nei primi 30’ non siamo riusciti ad imprimere il ritmo che volevamo. E’ stato bravo Mollura a dare energia ed a contenere Turner e poi siamo stati lucidi a mettere palla sotto. Sono due punti fondamentali perché ci danno un po’ di serenità ma la squadra non sta attraversando un momento di freschezza atletica e, in particolare, devo ringraziare Renzi e Perry che hanno giocato nonostante fino all’ultimo fossero a rischio partita”.

 

Maurizio Bartocci (coach Cuore Basket Napoli): “Senza Nikolic e Mastroianni, entrambi nello spot di 4, abbiamo fatto di necessità virtù ed abbiamo giocato anche bene. In un finale punto a punto, un fischio in più o in meno può fare la differenza ma in ogni caso abbiamo fatto il nostro nonostante, date le rotazioni ridotti, abbiamo avuto qualche difficoltà nel mantenere alta l’intensità. Alla fine è stato molto bravo Jefferson che, dopo una partita incolore, ha messo dei tiri importanti. Sono però convinto che questa sia la strada giusta e tutti stanno capendo cosa devono fare in campo”.

 

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Trapani

Commenta
(Visited 58 times, 1 visits today)

About The Author