Trasferta a Roma per l'Olimpia Matera, coach Origlio: "Giocheremo con responsabilità"

I biancoazzurri affronteranno nell’anticipo di sabato la Tiber IUL Basket Roma di coach Righetti. Domenica scorsa entrambe le formazioni hanno vinto la partita di esordio di serie B – Girone D. Coach Origlio: “avversari forti, giocheremo con responsabilità”. 

Partenza anticipata per i ragazzi dell’Olimpia Matera che sabato prossimo, 13 ottobre 2018, con inizio alle ore 18.00, incontreranno al PalaDonati di Roma (Montesacro), la Tiber IUL – una delle tre squadre della capitale che partecipano al Girone D della Serie B “Old Wild West” per il campionato nazionale di pallacanestro maschile. Domenica scorsa i materani hanno debuttato al Palasassi vincendo di due punti sulla Viola Reggio Calabria (68-50), analoga vittoria – questa volta in trasferta – per la Tiber, vincitrice per 79 a 73 a Pozzuoli.

Il coach dell’Olimpia, Agostino Origlio, è ben consapevole delle capacità dei prossimi avversari nella seconda giornata: “Nella prima trasferta del campionato dovremo sperimentare nuove sensazioni e cercare inediti riscontri verso una squadra storica della Serie B, appartenente a una società sportiva che produce da sempre un vivaio di giocatori molto interessanti. E’ una squadra costruita per fare bene, guidata da un grande giocatore che ho avuto l’onore di allenare quando ero vice coach: Alex Righetti, tanti anni in  A1, vincitore dell’argento con la nazionale italiana alle Olimpiadi di Atene 2004 e dell’oro agli Europei di Svezia, l’anno precedente”.

“Il roster Tiber” – riprende Origlio – “è dotato di giocatori idonei per il nostro torneo, molti sono cresciuti nel vivaio della società – come Ricciardi, Padovani e Algeri. Arricchiscono il potenziale due giocatori esperti di A: Giuliano Maresca (ottimo amico incrociato a Brindisi l’anno della promozione in A2)  e Federico Lestini” – quest’ultimo, caro anche ai sostenitori del Palasassi. “E’ una squadra da prendere con le pinze, con uomini dotati di spiccate individualità offensive, grande capacità di  costruirsi tiri e creare punti in molte situazioni, e un’innata inclinazione a procurarsi vantaggi. Un avversario ostico e temibile, con obiettivi chiari; questa difficoltà è aumentata dalla trasferta lunga, con partenza il giorno prima del match di sabato, che ha limitato la possibilità di allenarci a fondo come avremmo voluto.”

Dunque questo campionato si prospetta realmente come un torneo indigesto per tutta la sua durata? “Lo è certamente” – risponde il coach – “ma noi siamo pienamente consapevoli del nostro ruolo e delle nostre ambizioni, il risultato passa principalmente da quanto facciamo, e non soltanto per demerito o merito dei nostri avversari. Ci sentiamo responsabili di queste nuove sfide, i ragazzi sono in forma e sabato ce la giocheremo tutta”.

L’incontro sarà arbitrato da Pietro Rodia di Avellino e Giuseppe Vastarella di Napoli. Nel resto del girone, ancora un anticipo di sabato pomeriggio (inizio ore 17:00) tra Catania e Roma Stella Azzurra; alle 18.00 di domenica 14 ottobre, invece, gli altri confronti tra Battipaglia e Palermo, Caserta e Luiss Roma, Napoli e Salerno, Valmontone e Capo d’Orlando, Reggio Calabria e Palestrina, Scauri e Pozzuoli.

 

Fonte: Ufficio Stampa Olimpia Matera

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author

Carmine Lione Carmine Lione è uno scrittore e giornalista freelance, laureato in Scienze della Comunicazione presso l'Università degli Studi di Salerno. Attualmente iscritto al Corso di Laurea in “Lingue e Culture Straniere” presso l'Ateneo di cui sopra, ha collaborato con varie testate giornalistiche, tra cui zerottonove.it. Ha ricoperto l'incarico di Capo Addetto Stampa della società cestistica Polisportiva Battipagliese ed attualmente presta la sua voce per le telecronache del Basket Bellizzi in onda su LiraTv e del Salernum Baronissi per l'emittente SeiTv. Per quanto concerne la scrittura, nel corso della sua esperienza artistica, ha pubblicato due opere: “Tempi Moderni”, raccolta di racconti edita dalla casa editrice Gruppo Albatros Il Filo e “Luce al neon”, primo romanzo autopubblicato.