Trasferta a Montale per il Don Bosco Livorno, che cerca di dimenticare la brutta sconfitta della scorsa settimana

 

Ormai archiviata la brutta parentesi di domenica scorsa, il Don Bosco cerca il riscatto nella trasferta di Montale. Non un viaggio agevole, di fronte una squadra da prendere con le molle. Non inganni infatti la pesante sconfitta (- 30) incassata domenica scorsa sul parquet di Agliana. Infatti prima di quel ko nel derby, nel quale peraltro erano out i senior Rossi, Nesi e Pratesi, gli uomini di Tonfoni avevano vinto tre delle ultime quattro, con la perla del successo esterno a Lucca. Anche le cifre testimoniano la bontà degli azzurri pistoiesi: sono infatti squadra dalle mani di velluto, tanto che tirano con il 50 % dal campo, nessuno ha fatto meglio, un punto meglio del Don Bosco. Migliore anche la percentuale nelle “bombe”: 33 contro 30 %. Ed allora la chiave potrebbe essere nella lotta sotto le plance; e qua i numeri parlano il dialetto labronico. Pastusena e compagni arpionano in media 6 rimbalzi in più dei rivali, 36 a 30. In sintesi, non inganni la sfida dell’andata, agevolmente portata a casa dai rossoblu, questa è partita nella quale bisogna sfornare una super prestazione per vincere. A coach Saibene, ancora senza gli infortunati Batori Korsunov, il compito di metterla in cantiere.

 

 

Fonte: Ufficio Stampa Pallacanestro Don Bosco Livorno

Commenta
(Visited 24 times, 1 visits today)

About The Author