Trento a caccia del colpaccio a Capo d'Orlando

Dici Capo D’Orlando. Leggi fattore campo. Su nove partite disputate in questa stagione al PalaFantozzi, la Betaland (20 punti in classifica, quarta) ha infatti vinto in tutte le ultime otto occasioni, cadendo solo alla prima di campionato contro Milano dopo aver condotto la gara per oltre trenta minuti. Ovvio quindi che la trasferta che vedrà domenica (palla a due alle 18.15, diretta su Trentino TV e Radio Dolomiti) la Dolomiti Energia Trentino di scena a Capo D’Orlando possa essere considerata come una prova del nove, per testare se effettivamente il nuovo assetto del roster bianconero, che sin qui ha fruttato tre vittorie su tre gare disputate nel girone di ritorno, possa permettere a Trento di essere davvero competitiva ad alto livello.

QUI CAPO D’ORLANDO Fresca di rocambolesco successo esterno ottenuto domenica scorsa a Torino (91-92 con canestro vincente di Stojanovic a pochi secondi dal termine), Capo d’Orlando ha infatti costruito tra le mura amiche la sua straordinaria stagione, battendo una in fila all’altra Torino, Cantù, Cremona, Varese, Pistoia, Sassari, Brindisi e Venezia. Merito, oltre che della prolificità offensiva del roster guidato dopo la partenza di Bruno Fitipaldo dal talento del giovane montenegrino Nikola Ivanovic (16,0 punti e 5 assist a partita), di una straordinaria difesa. A fronte di un rendimento in trasferta non all’altezza delle proprie possibilità (la Betaland è ultima per punti su 100 possessi concessi in trasferta con 115,8) la difesa paladina è al livello delle migliori di A in casa, con soli 96,2 punti subiti ogni 100 possessi. A mettere punti sul tabellone in attacco, oltre a Ivanovic, pensano poi gli esperti Diener (12,3 con il 50% da tre), Archie (12,8 punti con 6,0 rimbalzi) e Delas (11,1 e 5,1 rimbalzi), assistiti di volta in volta dalle fiammate dei giovani Stojanovic (8,8), Perl (5,0) e Laquintana (6,1).

QUI TRENTO Alla voce difesa, però, la Dolomiti Energia di questa stagione è seconda a poche. Prima per efficienza difensiva in tutta la lega (con 98,0 punti subiti ogni 100 possessi), la squadra trentina è salita ulteriormente di livello dopo gli arrivi di Dominique Sutton (11,0 punti e 5,0 rimbalzi) e Devyn Marble (5,3 punti), vincendo tutte e tre le gare di questo scampolo di girone di ritorno (contro Brindisi, a Cremona e contro Venezia) e tornando così in piena corsa per un posto tra le prime otto del campionato.

I PRECEDENTI Già a lungo avversarie negli anni della LegaDue (con Trento vincente per 3-0 nella finale del campionato 2013-2014 che poi valse la promozione ai bianconeri), Dolomiti Energia e Orlandina si sono affrontate per cinque volte da quando Aquila Basket è approdata in serie A, con il team allenato da Maurizio Buscaglia sempre vincente. 5-0 è quindi il bilancio dei confronti diretti, con le due vittorie trentine al PalaFantozzi arrivate però sempre al termine di gare tiratissime (67-68 nel 2015, con canestro decisivo segnato da Mitchell, e 81-82 nel 2016, con tap-in vincente sulla sirena firmato da Wright).
Nel match giocato all’andata al PalaTrento la Dolomiti Energia vinse invece con maggiore margine (85-76).
MEDIA E ARBITRI La gara, che sarà arbitrata da Manuel Mazzoni Lorenzo Baldini e Denny Borgioni, sarà trasmessa in diretta regionale da Trentino TV alle 18.15. La radiocronaca della gara sarà trasmessa da Radio Dolomiti alla stessa ora. Livescore e play by play saranno consultabili in tempo reale su www.legabasket.it, mentre report, foto, video e tweet dalla gara saranno pubblicati sui canali ufficiali bianconeri.

Commenta
(Visited 36 times, 1 visits today)

About The Author