Trento, Craft suona la carica in vista di gara 2: "Dobbiamo fare meglio al tiro"

Riposo e massaggi al mattino. Riunione video, stretching, sessione tattica e un po’ di tiro al pomeriggio. Dopo  la entusiasmante vittoria di giovedì sera in Gara 1 della Semifinale Scudetto sul campo dell’EA7 Milano, Forray e compagni si sono già rimessi al lavoro in vista della seconda sfida della serie, in programma sabato alle ore 20.45 (arbitri Enrico Sabetta, Carmelo Lo Guzzo e Alessandro Vicino, diretta televisiva su Rai Sport HD e Sky Sport 2, radiocronaca su Radio Dolomiti). Il coaching staff guidato da Maurizio Buscaglia ripartirà dalle certezze arrivate dal match d’apertura della serie (con Hogue al record aquilotto per punti – 23 – e valutazione – 31 – nei play-off) per provare a ripetere l’impresa nella seconda gara in programma al Mediolanum Forum di Milano prima che il confronto si sposti al PalaTrento per Gara 3 (lunedì alle 20.45, già,3.500 ticket venduti in prevendita) e Gara 4 (mercoledì alle 20.45, già 2.900 ticket in prevendita). 

AARON CRAFT: «In Gara 1 siamo stati bravi a reagire nel modo giusto ad una partenza difficile, entrando emotivamente nella serie senza farci prendere troppo dalla preoccupazione perché le cose non erano iniziate nel modo giusto. Avevamo messo in conto che potesse esserci tanta tensione in noi data l’importanza dell’appuntamento, e pur avendo commesso diversi errori non normali per la nostra squadra abbiamo accettato la cosa, superandola un passo alla volta, aggrappandoci alle nostre caratteristiche difensive per entrare in ritmo. Abbiamo vinto la partita pur avendo tirato male da tre punti, e questa è una buona notizia per noi date le loro scelte difensive, tese più a intasare l’area che a uscire forte sui nostri tiratori. Non possiamo però sperare di poter vincere molte altre gare nella serie con percentuali così basse da fuori, quindi questo è un aspetto su cui certamente dovremo fare meglio. Detto questo, ripartiremo dal tipo di partita che abbiamo fatto ieri, consapevoli che Milano farà degli aggiustamenti che non potremo prevedere, ma a cui dovremo dimostrarci pronti a reagire».  

DIEGO FLACCADORI: «In Gara 1 abbiamo fatto una partita di grande intensità e applicazione per tutto l’arco dei 40 minuti, riuscendo ancora una volta a trovare il nostro ritmo in attacco partendo dalla nostra difesa. Mettendo tanta pressione abbiamo forzato Milano a perdere 21 palloni, davvero tanti, e questo ci ha permesso di correre bene in campo aperto e guadagnarci così tanti punti facili in contropiede. Domani ci aspetta una gara tostissima: l’EA7 farà di tutto per non andare sotto 2-0 nella serie e quindi dovremo farci trovare pronti ad un match duro, in cui la sfida per noi sarà quella di riuscire comunque a imporre la nostra aggressività difensiva per trovare punti in transizione»

Commenta
(Visited 16 times, 1 visits today)

About The Author