Trento, Lechthaler: "A Cremona vogliamo dare continuità al nostro buon momento"

La regular season in Serie A sta entrando nella sua parte conclusiva: a cinque gare dalla fine la Dolomiti Energia Trentino, risalita fino al quinto posto in classifica, si prepara a giocarsi il tutto per tutto per tentare di assicurarsi un pass per i playoff scudetto 2018. Luca Lechthaler e l’assistant coach Davide Dusmet, in sede di conferenza stampa di presentazione del match di domenica sera a Cremona contro la Vanoli (ore 18.15, diretta Eurosport Player) hanno evidenziato l’importanza dei due punti in palio ma anche le qualità della formazione lombarda, capace di vincere 9 partite su 12 fra le mura amiche, dove viaggia a quasi 87 punti di media.

ta

LUCA LECHTHALER (Centro DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «I risultati che abbiamo ottenuto nelle ultime settimane mostrano la nostra ottima condizione dentro e fuori dal campo: abbiamo trovato equilibrio, e il buon lavoro quotidiano unito alle nostre prestazioni in campionato ci ha permesso di salire fino al quinto posto in classifica. Ora però viene il bello, sappiamo di doverci ancora giocare tutto in queste ultime cinque partite di regular season: l’obiettivo è quello di prenderci un pass per i playoff e poi il miglior piazzamento possibile in vista della postseason. Cremona è una squadra dinamica, rapida e completa: dobbiamo coprire gli spazi, essere attenti a non perdere palloni banali e pronti a rientrare sempre bene in difesa non far correre i nostri avversari. Sarà necessario dare continuità al nostro buon momento per raggiungere il nostro obiettivo».

DAVIDE DUSMET (Assistant Coach DOLOMITI ENERGIA TRENTINO): «La Vanoli ha il quarto miglior attacco dell’intera Serie A: i lombardi hanno grandi mezzi in campo aperto, sfruttano bene le loro qualità al tiro da 3 punti, hanno individualità importanti come Johnson-Odom o Martin, giocatore che ha disputato fino ad ora una grande stagione. In casa poi Cremona sa cambiare ulteriormente marcia e trovare contributo da tutti, anche dalla panchina: i cugini Diener, Ricci, Portannese, sono tutti giocatori di striscia pronti a dare alla squadra ulteriore pericolosità offensiva. Affrontare questo tipo di formazioni così votate all’attacco per una squadra come la nostra, che fa della difesa e dello spirito competitivo alcuni dei suoi punti di forza, è una bella sfida: stiamo lavorando bene per arrivare pronti all’appuntamento del PalaRadi convinti di poter affrontare la partita con la giusta concentrazione e intensità».

Commenta
(Visited 19 times, 1 visits today)

About The Author