Trento, sfogo di Longhi: "Rispetto degli avversari e richiesta di rispetto"

Trento, parla Longhi

Gara-2 tra Trento e Venezia si è portata dietro qualche strascico di polemica. Dopotutto l’ansia e la tensione erano palpabili e a fine partita l’adrenalina ha avuto la meglio. Il presidente dell’Aquila Basket Trento ci ha tenuto a smorzare i toni ribadendo la linea della società. Ecco le sue parole.

Per quanto riguarda i fatti di gara-2 ci possono stare dei momenti di tensione post partita e non dobbiamo farne un dramma. L’importante che si chiudano in fretta e non diventino “routine”.
La linea societaria rimane sempre quella: rispetto degli avversari e richiesta di rispetto sia per la squadra che per i tifosi al seguito. Moltissimi veneziani, al termine delle due partite, si sono complimentati con me e li ringrazio. Se alcuni imbecilli, ovunque essi siedano, vogliono rovinare questo fantastico traguardo raggiunto da entrambe le Società per la prima volta nella loro storia e danneggiare il movimento della pallacanestro italiana, non ci riusciranno.


Da parte mia invito tutto il pubblico trentino a dimostrare con i fatti, ancora una volta, la grande cultura dell’educazione e del rispetto che è nel Dna di questa terra.
Vi prometto che ce la metteremo tutta per regalare ancora tante emozioni positive. Fino all’ultima goccia di sudore saremo sul campo a batterci.
Il Pres.

Ps: Nella piena libertà di espressione di ognuno tengo a ribadire che non esiste nessun “complotto” ai danni di Aquila nè da parte della Rai nè da parte di Sky a cui va tutta la mia gratitudine per il lavoro svolto. Le equipe di Rai e Sky sono e saranno sempre i benvenuti al PalaTrento. Punto

Commenta
(Visited 72 times, 1 visits today)

About The Author