Trento, Spanghero: “Reggio Emilia è tra le quattro big del campionato”

Spanghero: “Reggio Emilia è tra le quattro big del campionato”

 “Ogni giorno miglioriamo nei meccanismi di squadra: siamo molto carichi per la prima in casa”

 

Il programma di avvicinamento di Forray e compagni alla prima di campionato contro Reggio Emilia prevede per questa settimana doppi allenamenti al PalaTrento fino a domani. Poi, venerdì, partenza alla volta di Fabriano per il torneo che prevede la partecipazione dei bianconeri insieme a Vanoli Cremona, Sidigas Avellino e Openjobmetis Varese. Proprio questi ultimi saranno venerdì alle ore 21.30 gli avversari dei ragazzi di coach Buscaglia: si tratta della sesta squadra di serie A che Marco Spanghero e compagni affronteranno in questo precampionato che ha aiutato molto la squadra, fatta tutta da ragazzi che non hanno mai giocato nella massima serie italiana, a conoscere la nuova realtà. “Tutte queste amichevoli con squadre di serie A – commenta proprio il 23enne play della Dolomiti Energia Trentino – mi hanno tolto un po’ di emozione rispetto all’esordio di domenica 12 ottobre: ci stiamo abituando al livello che incontreremo e il torneo di Fabriano completerà il nostro percorso. Ovviamente c’è grande attesa per la prima e un po’ di emozione la proverò.” La prima al PalaTrento contro la Grissin Bon Reggio Emilia, che ieri ha ufficializzato l’arrivo di Ksystof Lavrinovic per ovviare all’assenza per infortunio  del fratello Darjus, è molto attesa: in sede è già possibile acquistare i biglietti per la prima assoluta della serie A in Trentino. “Reggio Emilia ha ovviato alla grande al problema di Lavrinovic, acquistando il fratello che è un grandissimo giocatore. Secondo me Reggio, che considero una delle quattro favorite per il campionato, ha il settore lunghi più forte al pari di Milano. Dovremo arrivare a questa sfida carichi come non mai e puntare molto proprio sull’entusiasmo che caratterizza squadra, società e tifosi. Abbiamo tutti voglia di fare una grande partita.” Tra i giocatori che hanno maggiormente impressionato il pubblico trentino c’è l’esterno Tony Mitchell, i cui canestri hanno infiammato il PalaTrento nell’ultima amichevole. “Tony è un talento: è facile ed è un piacere giocare con un simile giocatore. Ha tanta qualità offensiva e quindi noi non dobbiamo imbrigliare il suo gioco ma dargli gli spazi giusti per far sì che si esprima al meglio.” La squadra sembra essere già un gruppo coeso che rema nella stessa direzione. “Fin dai primi giorni le cose sono andate nel verso giusto, anche nel rapporto con i nuovi arrivati, e ora c’è già una buona conoscenza del gruppo: stiamo diventando una squadra e non vediamo l’ora di iniziare. Nel gioco ogni giorno guadagniamo qualcosa, facciamo un passo in avanti nell’apprendere i meccanismi di gioco: abbiamo ampi margini di miglioramento e non ci poniamo limiti in questo senso.” E tra coloro che stanno dimostrando miglioramenti giorno dopo giorno c’è anche lo stesso Spanghero. “Proprio nell’amichevole con Reggio di sette giorni fa ho sentito per la prima volta le mie gambe andare nel modo giusto: anche il problema al dito è ormai risolto e quindi per la prima di campionato sarò pronto. Contateci.”

 

“Un sogno per vincere” nel Progetto Aquila Basket For No Profit

 Le dodici associazioni saranno presenti al PalaTrento anche in serie A Beko

 

La dodicesima associazione di Aquila Basket For No Profit è “Un sogno per vincere”, associazione nata in collaborazione con la Fondazione Ricerca Fibrosi Cistica. Il Presidente Andrea Giampiccolo era presente anche domenica alla presentazione della stagione 2014/15 della Dolomiti Energia Trentino insieme ai Presidenti delle altre undici associazioni che sono coinvolte nel Progetto. “Un sogno per vincere” è di fondazione recente e prende inizio da un’esperienza concreta di un malato di fibrosi cistica, per il quale realizzare tante cose a volte è molto complicato o impossibile perché un ragazzo affetto da tale patologia ha enormi limitazioni dovute alla malattia, deve sottoporsi a pesanti cure giornaliere e spesso deve combattere con i pregiudizi della società, che spesso attribuendo l’etichetta di malato a queste persone non concede la possibilità di fare nulla.

L’associazione quindi si pone tre obiettivi importanti: innanzitutto sostenere e aiutare in ogni forma i soggetti affetti da fibrosi cistica  (e le loro famiglie)  a superare gli ostacoli non solo materiali e fisici, ma anche  psicologici legati alla condizione di “essere malati”, al fine di consentire loro di realizzare sogni, obiettivi e progetti di vita che li portino ad assumere una normale visione propositiva e ottimistica del futuro, promuovendo ogni iniziativa indirizzata a migliorare il livello e la qualità della vita dei soggetti affetti da fibrosi cistica e delle loro famiglie. Inoltre l’associazione promuove l’attività di sensibilizzazione e di informazione verso la conoscenza della malattia stessa e delle complicanze che comporta sul tenore di vita dei pazienti e delle loro famiglie; inoltre ha come obiettivo quello di raccogliere fondi da destinare alla ricerca scientifica. “Siamo veramente felici ma soprattutto onorati – dichiara il Presidente Andrea Giampiccolo – di far parte di un progetto così importante. Crediamo che lo sport e la solidarietà debbano andare di pari passo perché è tramite lo sport che possiamo far realizzare ai malati i loro sogni facendogli oltrepassare il limiti spesso imposti dalle malattie stesse.”

Ufficio Stampa Dolomiti Energia Basket Trentino

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author