Treofan Lady, Riga: "Si punta alla salvezza e a far crescere le nostre giovani!"

Massimo Riga è un uomo decisamente affabile e gentile e riesce a discernere e dissimulare bene tra eccessivi ottimismi e/o  latenti negatività e allarmismi.

Lo fa con disinvoltura accogliendo noi di Tuttobasket.net nella stagione 2016/2017 della sua neonata Treofan Battipaglia, in cerca di una nuova permanenza in massima serie femminile.

Lo dovrà fare con una squadre rinnovata e ancora di più ringiovanita; tanti volti nuovi e alchimie da ricercare ex novo!

Lo abbiamo intervistato il coach della nazionale Under 20 femminile, argento agli ultimi europei di categoria, dopo aver perso sfortunatamente e di un soffio la finale contro la Spagna.  Lo abbiamo fatto dopo il ritiro di Malè e il conseguente torneo ‘Città di Malè’, chiuso dalle campane al secondo posto dietro la Reyer di Venezia di Walker e Fontenette

Coach un piccolo consuntivo dopo il Torneo di Malè e in previsione di quello di Vasto del 16 e 17 settembre?

‘Il periodo del ritiro ha fatto sì che si ci addentrassimo tutte, dallo staff, alle giocatrici, in una dimensione ‘collegiale, nel fare le cose assieme per perseguire un unico obiettivo. Importante conoscersi e rendersi conto di chi si ha affianco così come in un camera d’albero, anche e sopratutto sul rettangolo di gioco. Abbiamo curato i dettagli e svolto un lavoro tecnico/ fisico.

Le verifiche sono avvenute contro squadre blasonate e il secondo posto nel torneo dietro una seria candidata ai primi posti in campionato come la Reyer Venezia, insieme a Schio, Lucca, Ragusa e Napoli, è un buon auspicio per i nostri obiettivi.

Come ha visto i nuovi innesti?

‘Dovremmo avrere molta pazienza con tutte, sono molto giovani ma già decisamente agguerrite e pronte a dar battaglia sul campo. Hanno grande temperamento e sanno farsi valere nonostante la giovanissima età. Rendiamoci conto che 7/12 della nostra serie A1 è composta dalla formazione Under20; dicasi la stessa cosa per la nostra Under 18, con 5/12 partecipanti alla serie A1.

Noi con le giovanili puntiamo decisamente alle vittorie dei rispettivi scudetti, ma la palla è decisamente rotonda.. così come sarà rotonda per la nostra serie A1, categoria che vogliamo assolutamente mantenere. Tutto potrà succedere e sempre il campo sarà l’ultimo ‘dover decidere’

Sotiriou, Williams e Noblet, tre ‘senior’ a far da chioccia ad un gruppo di agguerrite ‘Under’?

‘Persone splendide come prima cosa, Williams già la conoscevamo e quindi è una certezza, Sotiriou è una professionista eccellente e Noblet è da scoprire. Vederla allenarsi duramente e correre dietro a ragazzine più giovani con quel suo fisico così ‘particolare’ è un qualcosa in cui noi tutti come staff credevamo molto. Non sono delle top player ma sono straordinarie per il nostro ‘impianto’ di gioco e il nostro modo di vedere la pallacanestro. Non dimentichiamoci della ’94 Marida Orazzo, già tanto esperta, seppure giovanissima ancora pure lei’.

Le prospettive reali di questa squadra?

‘La salvezza, mantenere la categoria  e fare crescere le nostre numerose giovani;  è un processo in divenire che dev’essere di costruzione di qualcosa com’è successo nel nostro ultimo quadriennio. Sono fiducioso e non ho motivo e dati ora per smentirmi. Andiamo per gradi!’

Commenta
(Visited 11 times, 1 visits today)

About The Author