Treviglio sconfigge la capolista Brescia e infila la terza vittoria consecutiva

Una vittoria fondamentale per Treviglio ma che i giocatori e il pubblico non sono riusciti a godersi per via di un malore occorso a un noto tifoso della Remer proprio negli ultimi minuti di gioco che ha gelato completamente l’entusiasmo del PalaFacchetti.
Privo dell’infortunato Savoldelli, coach Vertemati schiera per la palla a due Marino in cabina di regia, Turel e Kyzlink sugli esterni, Sorokas e Rossi sotto canestro; dall’altra parte coach Diana manda in campo Fernandez in regia, Holmes e Alibegovic sugli esterni, Hollis e Cittadini sotto le plance.
Il punteggio viene sbloccato da Brescia con Hollis che segna in schiacciata e poi infila il libero aggiuntivo per il fallo di Lele Rossi, pronta reazione della Remer con il piazzato di Sorokas e il canestro da sotto di Rossi che vengono intervallati dalla bomba di Holmes; inizio di partita intenso con difese dure su entrambi i lati, Treviglio riesce bene a limitare gli attaccanti avversari e si guadagna il primo vantaggio del match (7-6) con la tripla di Mirco Turel. La Leonessa reagisce immediatamente con i liberi di Holmes e il piazzato di Hollis riportandosi avanti (7-10) e allunga ulteriormente il parziale a proprio favore (7-0) sfruttando appieno il fallo tecnico per proteste fischiato ad Adriano Vertemati (inferocito il coach della Remer per un dubbio fallo in attacco fischiato a Matteo Chillo) infilando il libero supplementare con Holmes e una tripla dall’angolo con Hollis; la carica per Treviglio viene suonata da Sorokas e Marino (penetrazione e tripla per il lituano, altra bomba per il play toscano) mentre Brescia mantiene a distanza di sicurezza gli avversari con il solito scatenato Reginald Holmes che continua a rivelarsi un vero e proprio rompicapo per la difesa trevigliese (da sottolineare il fatto che nei primi 10’ tutti i punti mandati a segno dagli ospiti siano opera del duo americano). Botta e risposta da tre punti tra Hollis e Tambone ad aprire un ultimo minuto positivo per Treviglio che accorcia il divario con la penetrazione di Chillo e trova anche il pareggio a quota 24 con il gioco da tre punti di Spatti, stoppando anche l’ultimo tentativo della leonessa con Sorokas a cancellare letteralmente la penetrazione di Fernandez.
Al rientro primo canestro del match per un giocatore della Leonessa diverso dal duo Hollis-Holmes con Franko Bushati a bucare la difesa dei trevigliesi che reagiscono subito con la schiacciata di potenza dello scatenato Sorokas; Alibegovic infila l’ennesima tripla del match dei bresciani ma subisce il parziale di 5-0 dei trevigliesi firmato Tomàs Kyzlink che fa impazzire i difensori avversari e manda avanti la Remer (31-29), costringendo coach Diana al time out. Reagisce la Leonessa con un’altra tripla di Alibegovic che subito dopo si fa stupidamente fischiare un fallo tecnico per proteste su fallo fischiato ai suoi danni, sanzione che Treviglio sfrutta solo parzialmente con il libero mandato a segno da Tambone a cui segue il tap in ispirato da Passera e concluso da Bruttini; Marino va a segno in penetrazione ma Brescia corre a mille all’ora in attacco e ribalta lo score con i canestri di Bushati e Holmes che spingono Vertemati al time out sul 35-38 a 5’ dall’intervallo. Risposta immediata e implacabile dei ragazzi trevigliesi con la tripla di Tambone e il contropiede aperto dal recupero di Sorokas e concluso dall’appoggio a canestro di Turel che riportano avanti la Remer e costringono Diana ora al minuto di sospensione; la musica non cambia con la Remer a difendere alla grande in difesa, provocando anche un fallo tecnico per proteste ai danni di Fernandez, e colpendo in attacco con il contropiede di Turel, il libero supplementare di Tambone e il gioco di prestigio sotto canestro di Rossi per il +7 (45-38). Brescia è in totale blackout in attacco, con i giocatori bresciani e lo stesso coach Diana nervosissimi per il momento negativo che stanno vivendo, e riesce a ritrovare la via del canestro solo dopo più di 3’ con il gioco 5 punti di Hollis in apertura dell’ultimo minuto caratterizzato dall’ennesimo fallo tecnico per proteste fischiato alla Leonessa, in questo caso a Reginald Holmes, e che vede il punteggio muoversi con il 2/3 ai liberi di Tambone e il 2/2 di Cittadini che mandano le squadre negli spogliatoi sul 47-45 per la Remer.
Il piazzato di Turel apre il terzo quarto per una Treviglio subito aggressiva con Rossi in difesa (stoppata su Cittadini) e in attacco con i canestri di Sorokas e Marino per il 6-0 d’apertura della BluBasket che la spinge sul +8 (53-45) e portano coach Diana a chiamare subito time out per provare a svegliare i suoi; la reazione arriva con la tripla frontale firmata da Holmes subito rispedita al mittente da Tomàs Kyzlink, la Leonessa continua a spingere con 7 punti di Hollis (2/2 dalla lunetta, tripla dall’angolo e piazzato dalla media distanza) e Treviglio risponde senza paura con la schiacciata poderosa di uno scatenato Kyzlink che cade male e si accomoda in panchina per farsi curare dallo staff medico trevigliese. Ora Brescia è in palla e trova il pareggio con la tripla di Bushati (58-58) che accende definitivamente il match, con gli ospiti guidati da un Hollis sontuoso (11 punti per lui nel terzo quarto) e la Remer a mantenere il vantaggio grazie al Turel più incisivo visto in questa stagione; il duo statunitense della Leonessa confeziona un parziale di 7-0 che riporta avanti Brescia (64-67), Treviglio sembra accusare il colpo e non riesce più a perforare la retina avversaria come aveva fatto finora ma chiude il quarto con una scarica di adrenalina poderosa provocata dall’incredibile tripla sulla sirena trovata da Matteo Chillo con 8 decimi di secondo sul cronometro che fa esplodere il PalaFacchetti.
L’ultimo quarto si apre con quattro giocatori a quota quattro falli per Treviglio (Sorokas, Turel, Chillo, Tambone) e due per Brescia (Fernandez, Alibegovic). Chillo è ancora caldo e infila subito 4 punti consecutivi con Hollis che accetta la sfida e impatta con altri 4 punti e un equilibrio che non vuole rompersi con il botta e risposta tra Kyzlink e Bruttini a confermare ancora una volta l’incertezza di questa contesa. Treviglio perde Sorokas per falli e subisce il sorpasso degli ospiti con i canestri di Bruttini e Cittadini ma non ci sta assolutamente a mollare e reagisce con la penetrazione vincente di Kyzlink; Brescia ci crede e segna ancora con Hollis e Cittadini portandosi sul +5 (75-80) a 4’17’’ dalla fine spingendo coach Vertemati a chiamare time out. Alla ripresa Fernandez deve accomodarsi in panchina dopo aver commesso il suo quinto fallo, Chillo suona la carica per Treviglio infilando un’altra tripla da distanza siderale e si riporta in parità (80-80) con un’autentica magia in penetrazione di Tommaso Marino che fa esplodere il PalaFacchetti e porta ora coach Diana al minuto di sospensione a 2’02’’ dalla fine; vantaggio Remer con il 2/2 dalla lunetta di Turel, a seguire grande difesa dei bergamaschi che annullano l’attacco dei bresciani e infilano nell’azione successiva una tripla importantissima con Marino che issa i biancoblu sul +5 (85-80, parziale di 10-0 per i ragazzi di Vertemati) con 47’’ da giocare. Si apre il valzer dei tiri liberi con Hollis e Cittadini per Brescia e Kyzlink, Marino  e Tambone per Treviglio a fare bottino pieno dalla lunetta, l’unico errore è di Cittadini e la contesa si conclude con la vittoria della Remer per 93-87 nel silenzio surreale del PalaFacchetti ammutolito dal malore occorso a un tifoso trevigliese in tribuna.
MVP per Tomàs Kyzlink che offre una prestazione straordinaria e chiude con 19 punti, 6 rimbalzi, 5 assist e 2/4 da 3 punti per un ottimo 23 di valutazione finale; grande prova anche di Sorokas (11 punti, 7 rimbalzi, 1/1 da 3 punti), Marino (14 punti, 3 assist), Rossi (4 punti, 9 rimbalzi), Turel (16 punti) e Chillo (13 punti, 3 rimbalzi e 2/2 da 3 punti).
Dall’altra parte non bastano la partita spaziale di Hollis (37 punti e 9 rimbalzi) e la doppia cifra di Holmes (21 punti) e Cittadini (11 punti, 5 rimbalzi) in una partita in cui è mancato l’apporto di Fernandez (0 punti, 1 assist, 1 rimbalzo e -5 di valutazione finale).
Remer Treviglio – Centrale del Latte-Amica Natura Brescia  93–87 (parziali: 24-24, 47-45, 67-67)
Remer Treviglio: Chillo 13, Kyzlink 19, Sorokas 11, Marino 14, Spatti 3, Dessì n.e., Mezzanotte n.e., Tambone 13, Rossi 4, Turel 16. All. Vertemati
Centrale del Latte-Amica Natura Brescia: Passera, Fernandez, Cittadini 11, Bruttini 5, Alibegovic 6, Speronello n.e., Holmes 21, Mobio n.e., Totè, Bushati 7, Hollis 37. All. Diana
Statistiche – Treviglio: 21/40 da 2, 10/23 da 3, 31/63 totale, 21/27 ai liberi;
Brescia: 15/29 da 2, 9/20 da 3, 24/69 totale, 30/32 ai liberi
Arbitri dell’incontro: Andrea Masi di Firenze (FI), Roberto Radaelli di Rho (MI), Riccardo Bianchini di Bagno a Ripoli (FI)
Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author