Treviso Basket, Menetti: "Complimenti a tutta la squadra"

Una serata da ricordare al Palaverde di Treviso. In uno degli anticipi della 5° giornata di Serie A, la formazione di coach Max Menetti, neopromossa, si è tolta la soddisfazione di imporsi (90-79 il finale) ai danni dei Campioni d’Italia della Reyer Venezia di coach De Raffaele, al termine di un derby veneto davvero sentito.

Ovviamente contento coach Menetti nel post partita, del quale riportiamo un estratto delle sue dichiarazioni: “Voglio innanzitutto fare i complimenti a tutta la squadra e al nostro pubblico, davvero fantastico. L’avevo detto alla vigilia, serviva una notte indimenticabile per battere la Reyer, e lo è stato, sotto tutti gli aspetti. Come contenuti tecnici messi in campo dai ragazzi, con tanto cuore, tanta energia ed applicazione, tante cose fatte per bene“.

Finalmente siamo riusciti a mettere assieme quello che avevamo fatto in quest’avvio di campionato dato che, nelle precedenti partite, c’era sempre mancato qualcosina” – continua – “Una partita, una vittoria importantissima per noi, due punti pesantissimi, contro una squadra davvero forte. Un risultato sul quale c’è davvero tanto del nostro, a maggior ragione vista la caratura del nostro avversario di stasera (ieri ndr), che sono sicuro sarà ancora una grande protagonista del campionato“.

Tutti quelli che sono scesi in campo hanno fatto benissimo e anzi, l’unico che merita un 5 in pagella sono io, poiché non ha senso lasciare sola la squadra a due minuti e mezzo dalla fine. Al di là delle proteste, un mio limite è quello di vagare troppo lungo le linee del campo; gli arbitri mi avevano avvisato, e il secondo tecnico è stato assolutamente sacrosanto. Devo stare molto più attento a questo aspetto, soprattutto in partite così tirate come quella di stasera (ieri ndr)“, conclude Menetti.

Commenta
(Visited 52 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.