Pall. Trieste, Dalmasson: "Prematuro ipotizzare quando si potrà ripartire. Nulla sarà più come prima"

Eugenio Dalmasson, head coach della Pallacanestro Trieste, ha fatto il punto della situazione riguardo la pandemia da COVID-19 che ha fermato tutto il mondo (o quasi). “Nulla sarà più lo stesso, né lo sport né il mondo intero” – ha esordito in un’intervista a Il Piccolo – “Servirà tanto buon senso quando si ripartirà e al momento è assolutamente prematuro fare una qualsiasi previsione sul quando accadrà“.

Sul campionato, questo è il parere di Dalmasson: “Ripartire sarebbe un gran segnale, molto positivo; ma ripeto, ipotizzare date è prematuro. Sento dire che si giocherà anche fino a luglio, anche oltre… Ma che senso ha, quando accendendo la tv o sfogliando i giornali, si apprende di centinaia di nuovi casi? Un allenatore con cui ho condiviso esperienze in passato è attualmente ricoverato ed intubato a causa del virus“.

In conclusione, il 62enne di Mestre tocca un altro tasto dolente, ovvero i giocatori stranieri (statunitensi soprattutto) andati via con l’aggravarsi della situazione: “Una questione complicata senza dubbio” – commenta Dalmasson – “Dal punto di vista personale, è sinceramente difficile fare valutazioni. Ognuno reagisce in base allo stato d’animo e alla considerazione se può sentirsi meglio lasciando l’Italia. Dal punto di vista professionale, però, va detto che, se alcuni sono andati via, c’è chi ha scelto responsabilmente di rimanere“.

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.