Trieste-Roseto 79-67, dopo tre quarti combattuti, gli Sharks mollano negli ultimi 10'

Trieste: Parks 20, Bossi 5, Coronica 8, Green 17, De Marchi ne, Ferraro ne, Pecile 6, Baldasso 3, Gobbato ne, Simioni, Da Ros 15, Cittadini 5 All: Dalmasson

Roseto: Smith 16, Cantarini ne, Fultz 10, D’Eustacchio ne, Fattori, Mariani, Mei 12, Casagrande 4, Amoroso 9, Paci, Sherrod 14 All: Di Paolantonio

Note: Parziali: 25-17, 40-38, 58-55. Trieste: 21/43 da 2, 9/26 da 3, 10/14 ai liberi, 38 rimbalzi (11 offensivi), 17 assist, 8 palle perse, 5 palle recuperate. Roseto: 20/39 da 2, 6/22 da 3, 9/15 ai liberi, 40 rimbalzi (10 offensivi), 11 assist, 16 palle perse, 5 palle recuperate. Usciti per 5 falli: Green. Luogo: Alma Arena Turno di A2: 17°

Arbitri: Scrima, Trifiletti, Del Greco

Gli Sharks escono sconfitti dall’Alma Arena di Trieste col punteggio di 79-67. C’è rammarico, perché i primi tre quarti sono stati giocati alla pari, con i padroni di casa a condurre quasi sempre e i biancazzurri che sono rimasti a contatto, andando a volte in vantaggio. All’inizio dell’ultimo quarto, però, il parziale di 9-0 firmato Coronica e Da Ros ha spezzato le gambe a Fultz e compagni, che non hanno saputo reagire a sufficienza e alla lunga si sono arresi. Non sono bastati ai ragazzi di coach Di Paolantonio la doppia doppia da 16+13 di Sherrod, il 3/5 da 3 di Mei e i 16 dell’influenzato Smith.

Alla palla a due, coach Dalmasson schiera Bossi e Green esterni, Parks e Da Ros ali, Cittadini sotto canestro; coach Di Paolantonio risponde con Fultz playmaker, Smith e Casagrande esterni, Amoroso e Sherrod sotto canestro. Proprio l’ex Yale schiaccia i primi punti prima su assist di Casagrande, e successivamente su servizio di Fultz, poi Smith spara la tripla dello 0-7 dopo 2:30 di gioco. Bossi sblocca i suoi dall’arco, Cittadini allunga il parziale con due canestri per la parità a quota 7. Botta e risposta tra Sherrod e Parks, poi Da Ros firma il primo sorpasso dei locali, ma il pivot biancazzurro è scatenato e pareggia a quota 11 a 4:03. Parks manda a bersaglio una tripla, Fultz accorcia le distanze ma Green e Da Ros riallargano la forbice per il 19-13 a 1:40. Amoroso prova a scuotere i suoi con 4 punti, ma Cittadini dalla lunetta e Green dai 6.75 confezionano il +6 per i padroni di casa. Un canestro di Parks chiude il primo quarto sul 25-17.

Il secondo periodo si apre con lo scambio di favori tra Casagrande e Bossi, poi Sherrod realizza il -6 ma Green ruba palla a Smith e schiaccia il 29-21 a 7:16. L’ex Georgia Tech torna a segnare da 3, un indemoniato Green risponde ai liberi ma Mei centra due volte il bersaglio grosso per il 31-30 che costringe coach Dalmasson a chiamare time-out a 5:05. L’uscita dalla sospensione ha i suoi frutti: Parks segna infatti altri 4 punti raggiungendo così la doppia cifra; ma Fultz risponde prontamente con un 2/2 ai liberi e la tripla del 35-35 a 2:55. Green rimette i suoi avanti, ma Amoroso firma il 2+1 del sorpasso, seguito dalla tripla di Pecile che manda le squadre negli spogliatoi sul 40-38.

Al rientro in campo, Green e Da Ros confezionano subito il nuovo +6, ma Amoroso, Mei e Sherrod (1/2 dalla lunetta) accorciano sul 44-43 a 6:46. Parks ferma il parziale biancazzurro, ma Mei è caldissimo e impatta a quota 46 con una tripla. Green non si ferma più e segna ancora da 3, ma Sherrod prima schiaccia il -1 e poi manda i suoi avanti col 2+1 del 49-51 a 3:57. Pecile risponde dall’arco, Green fa 1/2 ai liberi ma Smith pareggia i conti a quota 53 a 2:53. Da Ros torna a fare canestro, Smith impatta ma non sfrutta il libero aggiuntivo per il fallo di Coronica, poi Parks muove il punteggio dopo un lungo periodo con i liberi del 57-55 a 1:17. Un 1/2 di Da Ros chiude il terzo periodo di gioco sul 58-55.

L’ultimo quarto si apre con una tripla e un 2+1 di Coronica, seguiti da un altro canestro e fallo di Da Ros che chiude un 9-0 letale per gli Sharks: 67-55 a 7:06. Botta e risposta tra Fultz e il lungo ex Verona, poi Casagrande accorcia sul 69-59 a 5:51. Smith, Amoroso e Mei allungano il parziale fino al -4 a 2:40, riaprendo così del tutto i giochi, ma la tripla di Baldasso e 5 punti in fila di Parks chiudono i conti sul 77-65 con 1:20 di anticipo. Smith e Fultz fanno solamente 1/2 ai liberi, poi il tap-in di Coronica sancisce la fine del match sul 79-67.

Il prossimo impegno è in programma domenica prossima contro Ferrara: appuntamento il 22 gennaio alle ore 18 al PalaMaggetti.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Roseto Sharks

Commenta
(Visited 17 times, 1 visits today)

About The Author