Tris di senior per la PMS: a Torino arriva anche Maurizio Tassone

L’Allmag PMS Basketball cala il tris d’assi: dopo gli annunci di Leone Gioria e Francesco Conti, la società gialloblù completa il gruppo di tre senior che fungerà da nucleo portante annunciando Maurizio Tassone. Un innesto di grande qualità ma anche di prospettiva, dato che a fronte dell’esperienza già maturata, Tassone è classe 1990: l’esterno di 196 centimetri, nato a Torino e cresciuto nel Cus, proviene dalla Edimes Pavia con cui ha disputato gli ultimi due campionati di Serie B (23 minuti a partita con 8 punti di media il primo anno, 22 il secondo con 5,5 punti realizzati nella seconda, salendo a 7,5 punti a partita nei playoff).
Tassone ha siglato un contratto biennale, al pari di Conti e Gioria, ennesima dimostrazione della progettualità alla base del movimento PMS Basketball.

– Maurizio Tassone, innanzitutto bentornato a Torino e benvenuto in PMS. Quali sono state le motivazioni che ti hanno spinto a tornare a “casa”?
“Sinceramente non pensavo di tornare a breve a Torino, pensavo di farlo esclusivamente per un progetto solido e con ambizioni importanti. Fin dalle prime parole la dirigenza PMS e le idee che stanno alla base di questo progetto mi hanno convinto ad abbracciare il gialloblù. La serietà della società, la presenza di due atleti come Conti e Gioria mi ha convinto”.

– Hai iniziato a giocare in prima squadra fin da giovanissimo, ora ti ritrovi a 24 anni a ricoprire il ruolo di “anziano”: lo spartiacque della tua carriera?
“Ho avuto la fortuna di giocare gli anni di Torino da protagonista pur essendo molto giovane. Questo è quello che auguro ai ragazzi PMS: giocare da protagonisti in un campionato senior è il modo migliore per crescere, per diventare un giocatore a tutto tondo. Con tre senior come noi il ruolo dell’allenamento e della partita aumenta esponenzialmente: sono convinto che possa far crescere tutti, me compreso”.

– Hai già parlato con coach Jacomuzzi?
“Sì, mi ha fatto subito ottima impressione. Ho grande stima dell’atleta Jacomuzzi, ho avuto la fortuna di giocare contro di lui una serie di finale playoff per salire in serie B. C’è stima reciproca: già dalla prima chiamata sentire la sua presenza è stata un’altra dimostrazione di serietà”.

– Raccontaci il Maurizio Tassone giocatore…
“Pian piano, soprattutto a Pavia, ho iniziato a giocare in tutti i ruoli, crescendo tatticamente e tecnicamente. Ho due anni in più di esperienza, potrò mettere il mio bagaglio a disposizione della squadra. Il mio punto di forza è sempre stato il tiro da fuori, specialmente negli anni del Cus Torino: in questi anni a Pavia ho allargato gli orizzonti, aggiungendo altre frecce al mio arco. Con il tempo anche le mie caratteristiche sono cambiate”.

– Che obiettivi ti poni per quest’anno?
“Ho un accordo di due anni, parto con l’entusiasmo di iniziare qualcosa di totalmente nuovo con il massimo della voglia e della forza. Spero che si crei un bel gruppo, ma di questo non ho grossi dubbi. Saranno due anni di crescita, torno a Torino in veste totalmente diversa. Sul piano individuale Jacomuzzi mi potrà insegnare ancora molto, anche perché sono tutto tranne che vecchio. Faremo un gran lavoro, siamo in una società di professionisti seri: sono convinto della mia scelta”.

– Cosa vuoi fare da grande?
“Ho 24 anni, mi piacerebbe ancora fare il giocatore di pallacanestro. L’ambizione è necessaria per il miglioramento individuale, rimane un’idea della mia vita e finchè ne avrò la possibilità darò il massimo per riuscirci. Nel frattempo frequenterò l’ultimo anno di specialistica in Scienze Motorie all’Università di Pavia: una mattina a settimana sarò in “trasferta” per completare il mio piano di studi”.

LA SCHEDA
Maurizio Tassone, nato a Torino il 23/11/1990
Altezza: 196 centimetri
Ruolo: Guardia
Settore giovanile: Cus Torino

Commenta
(Visited 28 times, 1 visits today)

About The Author