Trofeo Lido delle Rose, i Lions Bisceglie cedono a Latina senza sfigurare

Un pizzico di buona sorte e percentuali migliori nel tiro da fuori avrebbero potuto aiutare i Lions Bisceglie a compiere l’impresa di battere Latina, compagine di A2, nella semifinale della 74ª edizione del Trofeo Lido delle Rose, il quadrangolare di pallacanestro più antico d’Italia. Più che il rammarico per un successo non impossibile, restano le indicazioni positive emerse dal faccia a faccia con un team di categoria superiore.
I nerazzurri, trascinati da un ottimo Leonardo Marini (top scorer del confronto con 17 punti), sono rimasti in contatto per oltre un quarto, pagando a caro prezzo il passaggio a vuoto offensivo della seconda frazione mentre si sono imposti sia nel terzo periodo (di una lunghezza) che nell’ultimo quarto (vinto di 6). Ripreso il feeling col canestro, Marco Rossi e compagni hanno ricucito il gap risalendo fino al -7 grazie a una tripla del capitano Andrea Chiriatti a meno di tre minuti dal termine, senza però riuscire a trovare il guizzo per tornare ulteriormente a contatto. Sul parquet per uno scampolo di match, seppur debilitato dalla febbre, Edoardo Maresca così come Domenico Quartodipalo, non al meglio.
Giovedì, con palla a due fissata per le ore 18:30, i Lions sfideranno l’Eurobasket Roma nella finalina per il terzo e quarto posto. La formazione capitolina è stata sconfitta dai padroni di casa dei Roseto Sharks 96-92 dopo un overtime.
LATINA BASKET-LIONS BISCEGLIE 68-58
Latina: Romeo 6, Di Pizzo 16, Cassese 3, Pepper 6, Ancellotti 8, Raucci 4, Di Ianni, Musso 11, Mc Gaughey 14. N.e.: Di Prospero. Allenatore: Gramenzi.
Lions Bisceglie: Rossi 8, Cantagalli 8, Dri 2, Drigo 8, Marini 17, Chiriatti 3, Zugno 9, Mazzarese 3, Maresca 2, Quartodipalo. Allenatore: Gigi Marinelli.
Arbitri: Di Francesco, Catani, Ferretti.
Parziali: 22-17; 45-28; 57-41.
Note: nessun uscito per cinque falli.
Commenta
(Visited 22 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.