Mcs Ariano Irpino - Carpedil Salerno, pregara [aggiornato]

Derby con Salerno: Mcs Ariano prova a sfatare il tabù Palacardito 

Archiviato il turno di riposo, la Mcs Ariano Irpino ritorna sul parquet di casa (mercoledì ore 19.30) contro la Carpedil Salerno. Sarà il primo dei due impegni ravvicinati proposti dal calendario: sabato si replicherà a Castellammare per il secondo derby campano della stagione. L’obiettivo principale sarà quello di sfatare il tabù Pala Cardito, in questo stravagante avvio di campionato che ha visto le ragazze di coach Ferazzoli fare la voce grossa lontano da casa, fermando a domicilio anche l’attuale capolista Castel San Pietro, per poi arrendersi, non senza rimpianti, sia con Bologna che contro Roma al cospetto del pubblico amico. Una tendenza da sovvertire immediatamente. Lo impone una classifica corta, ma che comincia a delineare i primi valori: la coppia bolognese (Bologna e Castel San Pietro saranno impegnate nel derby) dimostra di avere qualcosa in più rispetto alla concorrenza. Non ci sarà Valentina Maggi. Il capitano è oramai fuori da un mese dopo aver saltato le ultime due gare. Venerdì si sottoporrà all’ecografia per verificare il pieno recupero dal problema al quadricipite. Un vero peccato alla luce delle sue prestazioni positive in questo avvio di stagione: 13 punti di media (+3,7 rispetto alla scorsa stagione) e di 16,5 di valutazione (+6,2).

L’AVVERSARIA – Salerno è reduce dalla pesante sconfitta casalinga contro la capolista Castel San Pietro in cui peraltro ha confermato la capacità di tener testa a qualsiasi avversaria per larghi tratti della gara. Coach Blanco sta provando a tirare fuori il massimo da un roster giovane. Occhio al tiro dalla lunga distanza della guardia italo-paraguayana Insfran-Gonzales (4/8 contro Castel San Pietro), alla giovane ala bolzanina, ex Vigarano, Camilla Valerio, in estate vicina all’approdo in Irpinia, ed anche essa temibile nel tiro da tre. Nella specialità la Carpedil è prima assoluta in A2 con il 39%. Sotto canestro stazionano Manfrè (59,1% da due) e la coriacea ala-pivot, Camilla Ardito, veterana a soli 25 anni di un gruppo tra i più giovani della categoria.

LE CIFRE (medie per gara):

Mcs Hydraulics Ariano Irpino: P.ti 58,3 (Narviciute 13,7); P.ti subiti 58,8; Falli C. 19,8 (Madonna 3,7); Falli S. 17,8 (Maggi 6,5); T2 36,4% (Chesta 57,1%); T3 30% (Dominguez 75%); Tl 77% (Maggi, Madonna, Dominguez e Santabarbara 100%); Rimb. 39,5 (Narviciute 12,2); Perse 18,5 (Narviciute 3); Rec. 22,3 (Madonna 3,2); Assist 5,3 (Maggi 3,5); Valutaz. 63,8 (Narviciute 17,2).

Carpedil Salerno: P.ti 56 (Infran Gonzales 14,2); P.ti subiti 67,5; Falli C. 18,8 (Ardito 3,5); Falli S. 20,3 (Valerio 6); T2 40,6% (Manfrè 59,1%); T3 39% (Valerio 41,2%); Tl 72,9% (Manfrè 87,5%); Rimb. 30 (Ardito 9); Perse 22,3 (Dentamaro 4,7); Rec. 18,8 (Insfran Gonzales 2,5); Assist 10,8 (Insfran Gonzales 2,5); Valutaz. 60,8 (Ardito 13,7).

ARBITRI: Pepe di Adelfia (BA) e Spano di Sannicandro di Bari (BA)

Fonte: www.basketariano.it


Turno infrasettimanale per la Carpedil, domani c’è il derby con Ariano Irpino

Capitan Ardito suona la carica: “Meno fretta e più concretezza per riscattarci. Il gruppo è unito”

Dopo la deludente sconfitta interna contro la capolista Magika Alfagomma Castel San Pietro, la Carpedil Salerno Basket ’92 s’appresta a far visita alla MCS Hydraulics Ariano Irpino nel turno infrasettimanale del campionato: palla a due domani, mercoledì 5 novembre, alle 19:30 presso il locale Pala Sport alla ricerca di un pronto riscatto, esattamente a metà del tour de force che si completerà sabato prossimo al PalaSilvestri contro la Meccanica Nova Bologna. “Ci siamo allenate bene fisicamente e atleticamente – afferma Camilla Ardito, il capitano – gli allenamenti sono stati calibrati dal preparatore atletico e dall’allenatore in modo tale da poter affrontare tre partite in una settimana”.

Nell’ultima partita contro Castel San Pietro, all’ottima partenza ha fatto da contraltare il crollo nella seconda metà di partita che ha fatto infuriare coach Blanco e il direttore sportivo, De Sio. Un aspetto su cui la squadra ha lavorato. “Dobbiamo limitare il numero di palle perse e di errori in attacco, che sono poi quelli che hanno permesso alle nostre avversarie di prendere un così grande vantaggio sabato – prosegue il pivot di origini civitanovesi – Dobbiamo essere più ordinate, meno affrettate nelle scelte e più concrete nei momenti decisivi. Abbiamo lavorato su questo negli ultimi allenamenti”.

Statistiche e numeri: le salernitane sembrano trovarsi meglio lontano dalle mura amiche (vittoria nell’unica gara esterna a Castellammare), mentre le irpine non hanno mai vinto in casa in questa stagione. L’anno scorso la Carpedil andò pure a espugnare il parquet di Ariano, ma sarà tutt’altra sfida stavolta. I due roster, in ogni caso, si conoscono bene viste le tre amichevoli precampionato disputate in estate: 4 punti per le locali, 2 per Salerno alla vigilia della sesta giornata. “I test di settembre ci hanno dato un’idea di quella che sarà la partita domani, di come sarà impostata, ma sappiamo tutte che l’intensità e il ritmo saranno molto più alti – ha concluso Ardito – Il gruppo è consapevole che può e deve fare di più lungo l’arco dei quaranta minuti, è unito e punta a dimostrare di volersi riscattare già ad Ariano”. Fischietti pugliesi: saranno i signori Francesco Pepe e Nunzio Spano, entrambi baresi, ad arbitrare la partita.

Responsabile Comunicazione

Alfonso Maria Avagliano

Commenta
(Visited 4 times, 1 visits today)

About The Author