Tyler Smith è il colpo di fine estate della Paffoni Fulgor

Finalmente è arrivata la tanto attesa firma del secondo giocatore straniero per la Paffoni Fulgor Omegna, che nei giorni finali di questa estate 2015 è riuscita a mettere sotto contratto un ala forte straordinaria. Dopo l’improvviso dietro front di Elijah Pittman, la società rosso-verde si è subito prodigata per trovare il giocatore giusto per la sua squadra. Da un lato c’era la necessità dei tempi stretti dati dalla avvicinamento sempre più prossimo della prima palla a due della stagione, dall’altra c’era la possibilità di poter identificare con grande precisione il giocatore giusto per la Paffoni, avendo avuto la possibilità di analizzare struttura e necessità del roster, dopo quasi un mese di lavoro. E la firma così è arrivata e addirittura può essere definito come un vero e proprio colpo di mercato. Il nome corrisponde a quello di Tyler Smith: ala del 1986 proveniente da Tennessee e protagonista in Europa in Turchia, Francia ed Israele. Lo scorso anno, nella serie A2 turca ha viaggiato a quota 19 punti, 13 rimbalzi e 4 assist a partita. Una pedina che potrà essere una potenziale bomba del campionato, in quanto incarna il giocatore ideale per la Fulgor: forte fisicamente, attaccante a 360 grandi, con grande capacità di vedere il gioco e di assistere i compagni. L’esperienza in Europa sarà un punto molto importante a favore di Smith, in quanto arriverà ad Omegna pronto fin dal primo giorno. Nella sfortuna di aver perso un giocatore contro la propria volontà, la Paffoni è riuscita ad aggiudicarsi un numero quattro migliore, che saprà garantire leadership, atletismo ed con un bagaglio tecnico estremamente ampio.

Così il Direttore Sportivo Michele Burlotto commenta l’arrivo di Smith: “Abbiamo scelto un americano esperto e un giocatore che sa giocare di squadra, che può portare esperienza ed energia, perfetto per questo gruppo. Siamo estremamente soddisfatti di aver raggiunto un accordo con Tyler Smith.”

Infine così ce lo presenta coach Alessandro Magro: “Giocatore di grande esperienza, un classe ’86 che ha già militato in campionati europei e che esce da un college importante. La scelta su di lui è caduta dopo aver avuto la fortuna di aver visto questo gruppo lavorare. Le caratteristiche che pensiamo possa farci fare un salto di qualità sono il suo atletismo e l’enorme capacità di passare la palla (diventando in campo un playmaker aggiunto).

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author