U16 Eccellenza: Basketball Lamezia batte la Lumaka Reggio Calabria

ADF BASKETBALL LAMEZIA-LUMAKA RC  57-52 (13-15; 14-11; 20-11; 10-15)

ADF BASKETBALL LAMEZIA:

GIULIANO MASTROIANNI ANTONICELLI 14, PALMIERI, SCIALABBA 16, D’APA 5, TORCASIO, MELIADO’, 2 GIGLIOTTI 2, CARUSO 4, SALADINO 8, MANGIONE 8.

ALL. FRANCESCO GUIDA

 

LUMAKA RC:

AZZARA’, CRUCITTI 15, FIORILLO 6, PALAMARA 11, EGWOH 14, MANTI 3, CRISTIANO 3, RIPEPI, ROMEO, SCOPELLITI.

ALL. ANDREA PELLICANO’

 

ARBITRI: COZZOLI  E  MICINO

 

Inizia nel migliore dei modi l’avventura della Basketball Lamezia nel campionato Under 16 di Eccellenza.

I ragazzi di coach Guida, infatti, si sono imposti per 57-52 contro la Lumaka, allenata da Andrea Pellicanò, al termine di una bella partita, combattuta ed ad alta intensità.

Il primo quarto si apre con la formazione reggina all’attacco; dopo alcune azioni gli ospiti si portano sul 6-2, grazie alla tripla di Cristiano. Ad accorciare le distanze ci pensa Antonicelli con due canestri consecutivi, pregevole il secondo, frutto di una ripartenza dopo l’ottima stoppata di Saladino.

La partita scorre sul filo dell’equilibro sino al termine del primo quarto con Palamara che sul finire mette a segno la tripla che porta la Lumaka sul +3.

Nel secondo quarto i padroni di casa, sia grazie alle azioni personali di D’Apa che alle realizzazioni di Caruso e Mangione, si portano sul 21-16. A rimettere in carreggiata Reggio ci pensa Egwoh con l’aiuto del solito Palamara. Si avvicina la fine dei primi due quarti con Reggio in vantaggio 26-25, ma grazie ad un canestro di Scialabba Lamezia chiude in vantaggio.

Nel penultimo quarto si scatenano i padroni di casa, in avvio Mangione mette a segno una tripla, segue a ruota con un’altra tripla Scialabba, Mangione e Saladino in contropiede allungano le distanze, 37-28. Addirittura il parziale in questo quarto arriva a +14 per Lamezia, davvero implacabile sotto canestro, il 47esimo punto messo a segno da Gigliotti contro i 33 di Reggio ne è la dimostrazione. Nell’ultimo quarto i ragazzi di coach Guida sono chiamati a gestire il vantaggio accumulato precedentemente, ma la stanchezza si fa sentire. Stanchezza che sprona gli ospiti a cercare l’impresa, provando a ribaltare la partita. Se nel quarto precedente la precisione in attacco e l’attenzione difensiva erano stati i punti cardine per l’allungo su Reggio, stessa cosa non si può dire per il quarto conclusivo, con gli ospiti in grande spolvero grazie ai tiri liberi messi a segno da Crucitti prima e Fiorillo poi. Buona anche la prestazione di Egwoh. La tripla di Palamara accorcia ulteriormente le distanze, ma non c’è più tempo, la sfida finisce, con la Lamezia Basketball che festeggia la sua prima vittoria nel campionato under 16 di eccellenza, imponendosi per 57-52.

Queste le dichiarazioni a caldo dei due coach:

Pellicanò (Lumaka Reggio): “La prima partita è sempre la più difficile, anche se i miei ragazzi si conoscono da parecchi anni c’è sempre l’emozione, la difficoltà dello sbloccarsi. Noi abbiamo giocato una partita a tratti interessante, ma fondamentalmente non abbiamo azzeccato molto le scelte sia in attacco sia in difesa, frutto del poco lavoro che fino ad ora abbiamo fatto, ma sicuramente anche del fatto che c’è tanto da lavorare. Lo sapevo già, ma anche i ragazzi oggi l’hanno capito, soprattutto in trasferta ci si deve mettere in testa che nessuno regala nulla a nessuno, se si vuole provare a fare un campionato di buon livello si deve entrare con un altro approccio. Tutto sommato credo che ciò faccia parte della crescita, il campionato per fortuna dei ragazzi e per noi è ancora lungo, spero che ci siano sempre partite di buon livello e di grande intensità come quella di oggi, poiché grazie a ciò sia i nostri ragazzi sia quelli di Lamezia – parlo in generale – potranno crescere.”

Guida (Lamezia Basketball): “Per essere la prima gara, mi aspettavo una partita non bellissima, ma per come siamo andati a recuperare le palle perse, i rimbalzi, e per essere la prima partita di ottobre, posso ritenermi soddisfatto. Per quanto riguarda i segnali positivi in difesa abbiamo fatto, soprattutto nei primi due quarti, una partita fantastica, quello che abbiamo provato in allenamento si è visto, quindi per un allenatore è una soddisfazione. Ora, grazie alla pausa, abbiamo 15/20 giorni per migliorare qualcosa in attacco, dove siamo ancora un po’ estemporanei, ma siamo pur sempre insieme da poco quindi dobbiamo avere pazienza; ci serve un po’ di tempo.”

Commenta
(Visited 79 times, 1 visits today)

About The Author