Ultimo quarto amaro, cade l’Orlandina

La Betaland Capo d’Orlando cade in casa della Pasta Reggia Caserta per 78-66. I ragazzi di coach Griccioli hanno disputato una buona gara portandosi avanti anche di 7 lunghezze all’inizio dell’ultimo quarto, ma poi subendo il ritorno dei padroni di casa galvanizzati dal pubblico di casa. Con tanti giovani in campo, privi tra l’altro di Vlado Ilievski, è sfumata nell’ultimo periodo la possibilità di concludere al meglio la serata.

Primi due di Oriakhi e Orlandina subito avanti con la tripla di Zoltan Perl (2-5 dopo 3’). La reazione dei padroni di casa non si fa attendere e il parziale è ribaltato: 10-5 al settimo. Contro break però della Betaland aperto da Jasaitis dalla media e chiuso da Nicevic i due del capitano permettono il nuovo sorpasso ai biancazzurri. Rivede il campo Laurence Bowers dopo la brutta caduta di Venezia e sono subito 2 punti per il lungo statunitense. Laquintana sulla sirena del primo quarto fa chiudere avanti Capo d’Orlando (11-13).

Caserta spinge in avvio di secondo quarto e si porta avanti di una lunghezza dopo pochi secondi (14-13). Basile finta il tiro e serve Bowers che realizza dall’arco. Show di Nicevic, il lungo croato realizza dalla media dopo un altro assist di Basile e poi elude la difesa di Amoroso usando bene il perno sotto il ferro. Ancora a segno Bowers ed è 17-22 al 13esimo. Fa il suo esordio in Serie A Mario Ihring playmaker slovacco non ancora 18enne (classe 1998). Caserta sfruttando un antisportivo fischiato contro si porta sul 25-23 al 17esimo. Laquintana si butta dentro, alza la parabola del suo lob ed è di nuovo parità. Nicevic concretizza due liberi, ma con una tripla di Cinciarini sulla sirena del secondo quarto si va all’intervallo sul 32-27 per i locali.

Al rientro sul parquet Oriakhi è il primo a realizzare. Down con spazio colpisce dall’arco, ma ancora Oriakhi realizza inchiodando la schiacciata. Laquintana senza paura punta il ferro e realizza subendo fallo e concretizzando dalla lunetta il gioco da 3 punti (35-34). Simas Jasaitis dall’angolo spara dai 6.75, Perl non teme Hunt, usa il corpo e realizza da sotto (35-39 dopo al 23esimo). Oriakhi assist Bowers, Cinciarini trova una fortunosa tripla di tabella, poi esagera nell’accentuare il fallo e gli viene commutato contro un tecnico per flopping (43-45 al 25esimo). Bowers a segno fuori dal pitturato, Baso spezza il polso come suo solito e segna dall’arco, Nicevic è glaciale ai liberi e al 28esimo è 50-53 per l’Orlandina. Jasaitis e Nicevic chiudono in bellezza il terzo periodo, Capo avanti 50-57.

Basile risponde come si deve ad Amoroso dall’arco e il distacco è invariato al 31esimo (53-60). Antisportivo fischiato a Cinciarini che infiamma il PalaMaggiò, quando mancano 7’30’’ alla fine nella bolgia di CastelMorrone è 59-62. Zone press di Caserta che complice il terzo fallo consecutivo fischiato in attacco all’Orlandina permette ai padroni di casa di portarsi avanti 68-62 a 5’ dalla fine. 2/2 di Nicevic ai liberi che interrompe il parziale dei padroni di casa (69-64 a 4’ dalla fine), ma la gara termina di fatto qua. Finisce 78-66.

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author