Umana Venezia - Partizan Belgrado 76-50

da sito ufficiale Reyer Venezia:

Parziali 23-11; 41-26; 56-40

Umana Reyer: Carangelo 8, Pertile 4, Pan, Bagnara 4, Sandri 9, Dotto 5, Formica 2, Ruzickova 12, McCallum 4, Gianolla 3, Mandache 10, Penna 15. All. Liberalotto

Partizan Belgrado: Vojinovic 3, Petricic, Vuckovic 18, Dimitrijevic D. ne, Lukovic 4, Spikic 3, Dimitrijevic A., Karakasevic 2, Jovanovic 7, Jankovic 9, Miletic ne, Prlj 4. All. Sladjan

L’Umana parte con Carangelo, Bagnara, Penna, Sandri e Ruzickova e dopo 3’ conduce già 7-1 grazie ai canestri di Ruzicova, Sandri (3) e Bagnara. Successivamente anche il Partizan trova confidenza con i canestri del Taliercio e impatta la parità (7-7) a 5’30″ sul cronometro del primo quarto. Le orogranata rispondono subito con un canestro ancora di Bagnara e una tripla di Penna: dopo 6’20” della prima frazione l’Umana conduce 12-7.A 3’ dalla fine del primo quarto Penna infila un’altra tripla che porta le ragazze di Liberalotto a condurre 15-9, con conseguente time-out Partizan. Pertile con 2/2 ai liberi porta le orogranata avanti 17-9 ed è la stessa Giovanna a offrire l’assist a McCallum per il +10 Umana a 1’ dalla fine della prima frazione. I primi 10’ si chiudono con le orogranata avanti 23-11 grazie a quattro punti consecutive di Dotto.

Ancora l’asse Pertile-McCallum apre il secondo quarto delle orogranata che segnano ancora con capitan Mandache rispondendo a Belgrado: dopo 2’ di secondo quarto Umana avanti 27-13 e time-out di coach Sladjan. Il time-out frutta un minibreak del Partizan che torna sotto di 11 ma Mandache risponde subito: 31-18 Umana. A metà frazione le orogranata conducono 33-21 bloccando in difesa i tentativi di transizione veloce del Partizan. A 4’ dalla fine Ruzickova firma il 35-24 dopo aver catturato un gran rimbalzo offensivo.. E’ tuttavia un momento di carestia offensiva per l’Umana che però tiene bene difensivamente. Ancora Ruzickova a 2’ dalla fine segna il suo ottavo punto personale e porta le orogranata avanti 37-24. Dopo il debutto in campionato trova minuti anche in Europa la giovane Francesca Pan. Carangelo con una transizione e Sandri con un “long 2” chiudono la seconda frazione sul punteggio di 41-26 per l’Umana Reyer.

Cinque punti consecutivi di Penna aprono il terzo quarto con Elisa che diventa momentaneamente la top scorer orogranata (11) e l’Umana che raggiunge il massimo vantaggio sul +20 (46-26). Dopo 2’20″ di periodo il Partizan è costretto a chiamare time-out sul 48-28 Umana. Le ragazze di coach Liberalotto non calano l’intensità recuperando palloni e rimbalzi offensivi: a metà della terza frazione conducono 52-30 grazie a 4 punti consecutivi di Mandache. A 2’30″ dalla fine del quarto Sandri chiude una bella transizione lanciata da Carangelo e firma il 54-34 Umana. Coach Liberalotto da spazio a tutte le orogranata e anche l’altra Under 19 Carlotta Gianolla assaggia il parquet negli ultimi minuti di frazione che si chiude con il Partizan che accorcia di qualche punto, l’Umana conduce 56-40.

Quattro punti consecutivi di Ruzickova fanno tornare l’Umana sopra di 20 punti (60-40) in apertura di ultimo periodo. Liberalotto non vuole che l’Umana si deconcentri anche in vista dell’importante impegno casalingo di domenica e le orogranata rispondono recuperando due palloni consecutivi. Dopo 3′ di ultimo quarto l’Umana conduce 63-40, è ancora Penna a segnare da 2 punti. Sempre la numero 22 orogranata segna il 65-42 Reyer con il quale si arriva a metà frazione. Carangelo segna 4 punti consecutivi portando l’Umana al massimo vantaggio sul 69-42 mentre il Partizan fa sempre più fatica a trovare la via del canestro. Il resto del quarto è il più classico dei “garbage time” utile in ogni caso per l’esperienza delle due giovani Under 19 che ritrovano il parquet. Proprio Pan e Gianolla chiudono un bel contropiede orogranata (1/2 ai liberi per Gianolla) preceduto da una bella penetrazione di Formica con palleggio dietro la schiena. Gianolla trova anche il suo primo canestro dal campo in Adriatic League imbeccata da Pertile in versione assist-man. La partita termina 76-50 con l’Umana che fa un’ottima figura vincendo la seconda gara consecutiva in Europa. Ancora una volta i tabellini delle ragazze sono bilanciati a testimonianza dell’ottimo lavoro di squadra voluto da coach Liberalotto.

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author