Un secondo tempo da sogno regala la vittoria alla Givova Scafati

Un secondo tempo da sogno regala la vittoria alla Givova Scafati

 

E’ stata una sfida dai due volti quella giocata nella serata di ieri dalla Givova Scafati sul neutro del pala Ponte Grande di Ferentino. Nello stesso match, infatti, si è vista nella prima parte (ahinoi) la peggior Scafati dall’inizio della stagione ad ora ma, nel secondo tempo, la prova d’orgoglio dei gialloblù, ha fatto letteralmente brillare gli occhi ai circa 200 tifosi giunti da Scafati per sostenere i propri beniamini.

 

Passando al match, la Givova parte con in quintetto Hamilton, Ruggiero, Zaccariello, Simmons e Bisconti. Dall’altro lato, il giovane Martino -allenatore dei romagnoli- risponde con Rivali, Holloway, Singletary, Amoni e Cicognani.

 

Dopo una prima fase di match abbastanza equilibrata, con Bisconti in gran spolvero -a cui risponde colpo su colpo il suo dirimpettaio Cicognani–  i romagnoli prendono leggermente il largo, portandosi a due possessi di vantaggio, costringendo Putignano a chiamare il  suo primo time out del match dopo sette minuti e mezzo dio gioco sul punteggio di 8-12 per gli avversari. Dopo il mini-break Scafati si ritrova in campo senza Hamilton e Bisconti ma con Matrone e Lestini pronti a dar battaglia. Il quarto –dopo qualche altro errore da ambo le parti- si chiude sul 12-14 per Ravenna.

 

Nel secondo periodo, la partita procede in sostanziale equilibrio. Difese aggressive inducono gli attacchi a forzare le conclusioni e Ravenna si avvantaggia di tale situazione riuscendo ad allungare sul più  sei ma, due triple di Hamilton e Izzo fanno impattare i gialloblù sul 22-22. La Givova, però, da qui in poi, piomba in un black out che la porta addirittura a 12 punti di svantaggio ad 1 minuto dalla pausa lunga. La Acmar, con un ottimo Raschi autore di 8 punti consecutivi chiude il quarto sul +10 (27-37).

 

Dopo la pausa, la svolta del match. Scafati riesce a trovare tre canestri importanti di Ruggiero (di cui 2 triple) e si riporta -in poco meno di 50 secondi- sul -2, per poi impattare sul 37 pari dopo 3 minuti e mezzo. Scafati continua a macinare gioco e complice una difesa forte e ottime azioni in transizione, si porta sul  45-39 ribaltando il match e anche l’inerzia dello stesso. Ravenna– in difficoltà- e dopo aver subito un parziale di 16-0, trova il suo primo canestro dopo quasi sei minuti grazie al giovane Tamboni ma, i gialloblù continuano ad essere in un buon momento e fanno mille sforzi per mantere il -seppur minimo- vantaggio dopo 8 minuti di grandissima pallacanestro. Due tiri liberi di Rivali a 1 minuto prima dell’ultima pausa riportano, però, Ravenna sul 48 pari. Il quarto si chiude con una tripla di Sciutto che rispedisce i suoi avanti sul 52-49.

 

Lo stesso atleta italo-argentino, apre l’ultima frazione di gioco con un ottimo canestro ma, col passare dei secondi, entra in scena uno strepitoso Lestini il quale, spedisce Ravenna sul -10 grazie a due canestri impressionanti dalla media e lunga distanza. La Givova, però, non è sazia e prima ancora di nuovo con Lestini e poi dopo con gli ottimi canestri di Ruggiero, Bisconti e alla splendida schiacciata di Matrone dopo un passaggio no-look di Hamilton, tiene alla larga Ravenna la quale, si affida a Rivali e al sempreverde Foiera per non prendere un imbarcata spaventosa.

 

Il match, dopo una fase convulsa nel finale, si chiude sul 77-70 per la Givova Scafati la quale può gioire insieme ai suoi tifosi per questa importante sfida portata a casa.

 

La chiave di questa vittoria è stata senz’altro la prova d’orgoglio del secondo tempo dei gialloblù i quali, hanno dominato sotto canestro conquistando ben 35 rimbalzi contro i 21 dei romagnoli. Ottima la prova di tutti, indistintamente. Una nota di merito va però a favore dell’ultimo arrivato Lestini, il quale in 18 minuti di gioco ha messo a segno 15 punti di elevata fattura con un importante 6/8 dal campo di cui 3/3 dalla media distanza.

E’ stata una partita difficile per noi giocata con un’ottima squadra come Ravenna” dichiara coach Putignano nel post partita, che aggiunge “All’inizio era normale un po’ di difficoltà dovuta al fatto che giochiamo in casa in un impianto non nostro ma poi, c’è stata una importante reazione da parte di tutti che ci ha permesso di raggiungere l’obiettivo nonostante le defezioni. Il nostro è un gruppo serio che sta lavorando quotidianamente e duramente per sopperire ad alcune mancanze ma lavoriamo, anche, per esaltare ciò che di buono sappiamo fare”.

Tabellino: Givova Scafati – Acmar Ravenna 77-70 (12-14)-(27-37)-(52-49).

Givova Scafati: Di Capua ne, Izzo 3, Zaccariello 3, Lestini 15, Sciutto 5, Ruggiero 13, Simmons 14, Hamilton 3, Matrone 2, Bisconti 19. Coach: Putignano.

 

Acmar Ravenna: Holloway 6, Amoni, Cicognani 6, Rivali 6, Raschi 13, Zannini ne, Tambone 12, Foiera 14, Biancoli ne, Singletary 13. Coach: Martino.

 

Hanno arbitrato il match i signori Materdomini, Scudieri e Foti.

 

Ricordiamo che il match verrà trasmesso su TV OGGI in differita Martedi 24 alle ore 20:30 e Mercoledi 25 alle 15:30.

 

Capo Ufficio Stampa

Basket Scafati 1969

Francesco Sbrizzi

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author