Una domenica da dimenticare per le Lady

Una domenica da dimenticare, la più brutta da quando la Convergenze Givova Battipaglia gioca in serie A1. Coach Riga chiedeva una prova di maturità alla vigilia, ed invece sarà una prova da analizzare ed anche attentamente nel corso della settimana.

Un incubo al Pala Carzaniga contro il Geas Sesto San Giovanni, sin dall’inizio. Il 6-0 dei primi quattro minuti, stoppato dal time-out del capoallenatore delle Lady, è in parole povere solo l’anteprima di tutto quello che accadrà con il trascorrere del tempo. Il 3/6 dall’arco del quarto iniziale mette ulteriormente in chiaro le cose. Il -14 diventa -17 all’intervallo lungo. Madonna con la sua tripla stoppa la rimonta parziale ospite (si arriva fino al -12), Correal e Brown fanno il resto (sponda opposta qualche sprazzo di Gray costretta però alla panchina causa tre falli).

L’intervallo serve a poco, anzi a nulla. Nonostante un break di 0-9 in chiusura di terza frazione, la gara è comandata in lungo e largo delle milanesi. Unica consolazione, se così si può definire, l’essere riusciti a conservare lo scarto nel punteggio, venticinque furono i punti di differenza nella gara dell’andata. Questa volta invece finisce 80 a 60. Ma ora come ora importa davvero poco, da martedì di nuovo a lavoro per cancellare subito una domenica che nel frattempo fa davvero male.

GEAS S.S.GIOVANNI-CONVERGENZE GIVOVA BATT. 80-60 (22-8, 43-26, 58-39)

Geas: Arturi 3, Correal 21, Kacerik 9, Grassia ne, Brown 23, Madonna 8, Gambarini ne, Mazzoleni, Barberis 14, Bonomi ne, Mandache 2, Ercoli. Coach: Zanotti

Lady: Orazzo, Tagliamento 15, Bonasia 5, Treffers 9, Russo, Ramò 2, Gray 25, Andrè, Boyd 2, Costa 2. Coach: Riga

 

Enrico Vitolo

Commenta
(Visited 8 times, 1 visits today)

About The Author