Una Gesam Gas&Luce da dieci e lode vince a Schio

Il fantastico cammino della Gesam Gas&Luce non si ferma nemmeno a Schio, a casa delle campionesse d’Italia. Incredibile a dirsi, “svegliatemi!” grida qualcuno, ma è proprio così: le biancorosse, dopo un match condotto dal primo all’ultimo minuto, hanno battuto la Famila Schio con il punteggio di 63 a 47. Il merito, della decima vittoria su dieci incontri, sta ancora una volta in un gruppo eccezionale, che è entrato sul parquet senza alcun timore, che ha affrontato la gara con intensità e maturità disarmanti, con la grinta e la voglia di compiere l’impresa e di far vedere a tutti che “niente è impossibile”, se lo si vuole con tutte le forze. Lucca è stata attentissima in difesa, ha colpito chirurgicamente in attacco, lasciando poco spazio ad una Famila senza dubbio meno lucida del solito, complice le fatiche ravvicinate in Eurolega e l’assenza – pesante – del pivot Yacoubou. Gesam che meritatamente può festeggiare, anche se adesso l’infortunio occorso a Dotto a fine terzo quarto preoccupa e si somma all’assenza di Diene. Sabato prossimo al PalaTagliate arriva Ragusa, in un altro match al sapore di dura battaglia.

Grande intensità nel primo quarto, con le orange (fuori Yacoubou, Lisec in quintetto accanto a Walker) subito a zona, mentre Lucca (senza Diene) a uomo. E’ Pedersen a sbloccare il risultato, poi colpo su colpo fino a tre dalla fine quando la Gesam riesce a mettere la testa avanti (Harmon, Dotto e Pedersen) e chiudere sul +6, 18 a 12. Il ritmo non cambia nella seconda frazione; Mendez inizia a far ruotare le sue (dentro Masciadri, Zandalasini e Gatti), ma le biancorosse sono reattive, catturano i rimbalzi che contano, e si portano sul +12 al minuto 13 (26-14). Schio risponde alla grande con Walker e Macchi, le biancorosse con una tripla di Templari, poi una imprendibile Anderson (7 punti in due minuti) riavvicina la Famila al ventesimo e punteggio di 34-28 per Lucca.

Pronti-via e Dotto infiamma i tifosi lucchesi con una tripla e una penetrazione, subito imitata da Wojta per il 41 a 28 Lucca al 21esimo e time out orange. Harmon trova un gioco da tre punti, Schio prova a tornare sotto con capitan Masciadri (tripla) e Zandalasini, ma Gesam difende senza timore, riparte con grinta e finalizza nuovamente con Harmon e Dotto e punteggio di 48-33 al minuto 25. Le padrone di casa sembrano accusare il colpo, le biancorosse non si fermano e trovano, con Gatti e Crippa, il +22 (55-33), da stopicciarsi gli occhi, per un parziale di 21 a 5. Da segnalare, ad un minuto dal termine, l’infortunio occorso a Dotto, costretta ad uscire (fra gli applausi di tutto il palazzetto di Schio). Nell’ultimo quarto il ritmo cala inevitabilmente. Lucca cerca di controllare il punteggio, le orange ci provano, forse senza la dovuta cattiveria, Pedersen trova il 61-45 a meno due dal termine dopo i caestri di Lisec e Battisodo dalla lunetta, scorrono i secondi, segna Reggiani, Schio alza bandiera bianca e il match si chiude con una vittoria storica per Le Mura.

E’ stata una bella serata – dichiara coach Diamanti – . Una gara sempre condotta con merito; sapevamo che il nostro era un buon momento e che loro potevano accusare la stanchezza dovuta all’Eurolega. Siamo stati bravi a lottare in ogni contesto, a non far prendere a loro facili conclusioni e a non perdere palloni. In difesa abbiamo fatto molto bene, in attacco non abbiamo tirato con ottime percentuali, ma siamo stati comunque bravi. L’unica nota negativa l’infortunio a Dotto, speriamo non sia niente di grave”.

Il tabellino:

Schio-Lucca: 47-63 (12-18; 28-34; 33-55)

Famila Schio: Gatti 3, Sottana 2, Battisodo 2, Anderson 9, Masciadri 3, Lisec 5, Walker 16, Zandalasini 4, Ress ne, Macchi 3, Bestagno . All. Mendez

Gesam Gas&Luce: Viale ne, Templari 3, Dotto 15, Wojta 4, Reggiani 3, Harmon 13, Crippa 7, Gaeta ne, Mandroni ne, Pedersen 16, Gatti 2. All. Diamanti

Arbitri: Boninsegna (MI), Sartori (BI), Radaelli (MI)

Note: tecnico alla panchina di Lucca al minuto 26:34.

 

Commenta
(Visited 1 times, 1 visits today)

About The Author