Una grintosa Orlandina si arrende con Casale Monferrato, le parole di coach Sodini

Quarta sconfitta consecutiva per l’Orlandina Basket, che nella 22a giornata del campionato di Serie A2 viene sconfitta a Casale per 88-73.

Le assenze di Bellan e Kinsey per la squadra di coach Sodini, che ritrova comunque Querci per il forcing finale della regular season. A Casale va in campo una squadra sicuramente coriacea e vogliosa, che gioca un ottimo primo tempo. Ma gli errori al tiro da tre punti (3/17) e soprattutto un inizio di terzo periodo tutto ad appannaggio dei padroni di casa, che volano sul +15 e non si guardano più indietro, consente a Casale di portare a casa i due punti.

Top scorer dei biancoazzurri ancora Marco Laganà con 20 punti, di cui 16 nel primo tempo. 17 per Elmore, 8 e 7 rimbalzi per Donda, 7 per Lucarelli, 5 per Ani e 4 per il giovanissimo lettone Klanskis.

Non ci sarà tempo di riposarsi, dato che si tornerà in campo già domenica alle 12.00 per l’anticipo televisivo a Treviglio, in diretta su Sportitalia. Passiamo alla cronaca dell’incontro.

Per iniziare la gara coach Sodini manda in campo Laganà, Elmore, Lucarelli, Mobio e Donda. Coach Ferrari risponde con Valentini, Roberts, Tomasini, Martinoni e Sims.

Parte bene Casale, con Martinoni, Roberts e Sims a portare i padroni di casa sul 7-2 iniziale. Laganà e Mobio riavvicinano i paladini sul -1 e dopo 5 minuti di gara il suo ritorno sul parquet dopo tre giornate di assenza Lorenzo Querci. Laganà mette la tripla del pareggio a quota 9, ma Valentini chiude il gioco da tre punti e Sims inchioda in contropiede portando Casale sul +5 (14-9). Coach Sodini vuole parlarci su e i paladini rientrano bene dal time-out, con quattro punti di fila di Donda e la tripla di Ani che valgono il primo vantaggio Orlandina sul 14-16. Sul finire di primo quarto, con un parziale di 6-0 firmato Tomasini, Camara e Sims, Casale si trova sul +4 (20-16) al primo mini-intervallo.

Ottimo avvio di secondo parziale per i paladini, con Laganà, Lucarelli e la tripla di Elmore che portano Capo d’Orlando sul +3. Casale risponde con la tripla di De Negri ed il gioco da tre punti di Roberts per il controsorpasso, ma Laganà tiene ancora avanti gli ospiti. Camara e Martinoni ribaltano, Laganà ci prova, ma Casale ne ha di più e con Camara e la tripla di Valentini i locali vanno sul +6 (35-29). Elmore prova a tenere attaccati i paladini, ma con la tripla di Roberts e Sims Casale si porta sul massimo vantaggio, +9 (40-31). Ci pensa Donda a sbloccare i paladini e Laganà li riporta sul -5 dalla lunetta, ma sono quattro punti di fila di De Negri a rimettere 9 lunghezze tra i piemontesi e gli ospiti (44-35). L’1/2 di Laganà in lunetta manda le squadre negli spogliatoi sul 44-36.

Elmore apre le danze nel secondo tempo con un bel palleggio arresto e tiro, ma Tomasini risponde subito con una tripla. Martinoni sigla il +15, Lucarelli prova a non far scappare Casale, ma Sims segna col fallo. Ani trova la via del canestro in appoggio, ma Casale resta in controllo sul 56-42. Elmore si fa male dopo un contatto al 27’ ed è costretto ad uscire dal campo. Al suo posto il giovane Klanskis. Nel finale di quarto un po’ di confusione per entrambe le squadre, con Elmore che riesce a tornare in campo per l’Orlandina. Il terzo periodo di chiude 65-49 per Casale.

Il quarto quarto si apre con un libero di Camara e una tripla di Denegri, con Casale che vola a+20, l’Orlandina sbaglia da sotto con Mobio e Donda e coach Sodini è costretto a chiamare timeout sul 71-49 al 32’. Querci prova a smuovere il tabellino, Klanskis segna un bel canestro dalla media e Donda schiaccia di prepotenza il -15, 75-60. Laganà e Elmore segnano due canestri, subendo il fallo, ma Casale è sempre sul pezzo con Denegri e Cesana. Ancora Elmore segna e poi Galipò ruba palla per l’80-69 al 37’, coach Ferrari chiama timeout. Martinoni comunque prosegue nella sua ottima partita e segna immediatamente una tripla e la partita virtualmente si chiude qui. C’è tempo per un altro canestro di Klanskis su assist di Galipò: la gara termina 88-73 per Casale.

Le parole di coach Marco Sodini a fine gara: «La partita di questa sera è una gara che abbiamo approcciato bene e che, rispetto all’ultima, ci vede soccombere molto più per dettagli che per scelte tecnico-tattiche. Abbiamo pagato la maggiore fisicità a rimbalzo e dobbiamo migliorare su questo perché non è possibile concedere 14 rimbalzi offensivi con 15 punti segnati alla squadra di casa, pensando poi di poterla battere.

Dobbiamo essere più bravi a tenere gli 1vs1 in situazioni in cui, ad esempio, nel primo tempo avevamo fatto un ottimo lavoro a livello tecnico. Dobbiamo prendere il positivo di oggi, si è visto un ottimo atteggiamento ma dobbiamo eliminare gli errori e dobbiamo farlo al più presto.

E’ assolutamente necessario inoltre che ci sia una produzione maggiore da parte di alcuni ragazzi, che so stanno sforzando ma che non stanno riuscendo a darci quell’apporto che ci serve per avere una distribuzione migliore dei tiri e anche dei punti.»

Junior Casale – Orlandina Basket 88-73 (20-16; 44-36; 65-49)

Orlandina Basket: Elmore 17, Galipò 2, Mobio 4, Querci 4., Ani 4, Laganà 20, Bellan n.e., Ellis ne, Neri 2, Klanskis 4, Donda 8, Lucarelli 7. Coach: Marco Sodini.
Junior CasaleValentini 6, Da Campo, Sirchia, Denegri 13, Battistini 5, Martinoni 11, Cesana 5, Camara 11, Sims 19, Roberts 13, Tomasini 5, Piazza ne. Coach: Mattia Ferrari

FONTE: Orlandina Basket

Commenta
(Visited 44 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.