Una partenza bruciante e Palestrina stende Cassino

Una BPC Virtus Cassino estremamente deludente all’avvio concede quello che non doveva concedere all’avversario . “Abbiamo commesso una leggerezza imperdonabile contro un avversario estremamente ferrato tra le mura amiche” commenta Luca Vettese , il coach dei cassinati al termine dell’incontro. “L’approccio è stato molle e poco convinto, eppure sapevamo che avrebbero tentato di mettere subito il ritmo forsennato che loro prediligono all’incontro”.

Era il primo big match di stagione per le due formazioni e se lo è aggiudicato con merito Palestrina. Sugli scudi il duo Rischia – Rossi , 42 punti in due . Un iradiddio che si è abbattuto sulle malcapitate guardie cassinati in completa balia di questo tourbillon organizzato orchestrato e ben preparato da coach Lulli.

E l’approccio straordinario del duo arancio verde è stato ben coadiuvato da Bisconti e Pierangeli .

Il neo pivot prenestino ha vinto sicuramente e con merito il duello con gli illustri dirimpettai cassinati . E con lui anche la squadra di casa ha inevitabilmente dominato sotto le plance sia a difesa del proprio terreno che con le incursioni in quello avversario. I numeri? Presto detto, 46 rimbalzi in totale per i padroni di casa contro solo 34 degli ospiti . E questa è una delle chiavi di lettura della sconfitta cassinate .

La seconda chiave di lettura del match è rappresentata dal computo dei punti nel pitturato . 40 , ben 40 punti per Palestrina e solo 24 , la miseria di 24 per la Virtus .

Palestrina ha saputo volgere a proprio favore il gioco interno , è questo l’amaro verdetto per Vettese ed i suoi .

Ma bisogna poi dire ancora che Palestrina ha usufruito dell’arco con una certa regolarità , ben 32 conclusioni da oltre i 6.75 , Cassino ha fatto ricorso al tiro dalla lunga distanza solo in 21 occasioni . Le percentuali a confronto dicono ancora Palestrina . 28% vs 21% .

“Da non crederci “ continua ancora il commento di coach Vettese “non siamo stati né carne né pesce e dobbiamo fare mea culpa perché alla fine tutti gli sforzi di rientrare in partita sono stati vanificati dalla nostra falsa partenza!”

“E’ difficile rientrare in gara quando hai a che fare con questo tipo di formazioni che si esaltano di fronte al proprio pubblico”.

“Torneremo subito in palestra , sin da domani perché ho necessità di parlarci su e dobbiamo immediatamente invertire la rotta !”

Per Vettese poi un’altra amara verità. Cassino ha dovuto usufruire del povero paniere portato in dote della propria panchina , appena 9 punti , con Vettese che ha insistito pesantemente su almeno 5 uomini , Lovatti, Grilli, Ianes , Castelluccia e Carrizo. Dri in non buone condizioni fisiche ha portato niente al dividendo complessivo della BPC Virtus Cassino. E la sua assenza in termini numerici si è fatta sentire .

Buone nuove in casa rossoblù vengono dal redivivo Manuel Del Brocco che si è rivisto sul parquet prenestino , un po’ imbolsito , ma comunque in grado di poter dire la sua. Certo ancora lunga appare la strada per un suo completo recupero , ma se la sorte darà una mano alla Virtus , nel corso dell’anno , il lungo romano , potrebbe essere un valore aggiunto della formazione delle V rossoblù.

“Le partite di basket si giocano per 4 lunghi quarti e spesso i black out si pagano amaramente” ha concluso il diretto tecnico della Virtus , il dott. Leonardo Manzari. “Un black out che sta divenendo un marchio di fabbrica delle nostre prestazioni . Il basket giocato è un gioco collettivo e ad alti livelli se non ti aiuti e soprattutto se non parti con il bottone della concentrazione acceso in posizione ON fai fatica ad accenderlo in corso d’opera. In buona sostanza è quello che stasera ci è accaduto”.

La cronaca della tenzone è monocorde almeno nel punteggio. Palestrina mette il muso avanti fin da subito. Cassino si ritrova sotto 7-0 subendo i colpi ben assestati di Bisconti e la tripla di Pozzi. Ianes e Grilli provano a ricucire lo strappo, ma Palestrina è in campo , è sul parquet del PalaIaia con tutt’altra intensità rispetto agli avversari e allunga come detto sopra con le scorribande di Rossi e Rischia, trovando presto il vantaggio in doppia cifra (17-8). Nel finale qualche libero tiene a galla Cassino, ma è davvero poca cosa . Palestrina va sul 27-14 alla prima pausa, fine del I quarto.

Il secondo mini tempo si apre con Lovatti che segna dall’arco ma continua ad esserci solo una squadra in campo, quella arancioverde che scappa con il tap in schiacciata di Bisconti (33-17), + 16 . Vettese vuole parlarci su con un time out e si fa sentire. Rientrano sul terreno di gioco gli uomini cassinati con una organizzazione difensiva totalmente più responsabile e consapevole. In poche parole la difesa ospite sale di tono e la coppia Carrizo-Ianes confeziona un break di 8-0 che vale il -7 allorquando Grilli insacca la tripla.

Pasticcio finale del Cassino che sbaglia una rimessa per il possibile meno 4 ed in un amen si ritrova sul -9. All’intervallo il tabellone recita 39-30, una fortuna incredibile per gli ospiti se si considera quanto fatto vedere dai cassinati nella prima metà di gara.

Al ritorno in campo, dopo la lunga sosta, Carrizo prova a scuotere i compagni , ma è un fuoco di paglia. Il play arancioverde Rossi risponde con due bei canestri e poi aiuta Rischia a confezionare il break che vale il massimo vantaggio prenestino (61-40). Un incubo per Cassino . Ma la formazione della città martire non si disunisce e così arriva la reazione rossoblu: prima i liberi e poi il solito Ianes per il parziale di 0-11 che riporta Cassino a -9. Nel finale di quarto gli ospiti si avvicinano ancora di più ma Rischia segna il 65-57 sulla sirena della terza frazione .

Nell’ultimo periodo si realizza poco , Bisconti e Molinari provano a dare la spallata decisiva insaccando il +12. Carrizo tiene a galla la Virtus anche se la bomba di Rischia a 3′ dalla fine mette la parola fine sulla gara e da il là ai titoli di coda che scorrono impietosi su una prestazione cassinate da archiviare immediatamente.

C’è da dire che gli ospiti rosicchiamo qualche lunghezza ai padroni di casa soprattutto in ottica del doppio confronto al termine della regular season.

Palestrina – BPC VIrtus Cassino 86 – 76

Parziali : 27-14 ; 12-16 ; 26-27 ; 21- 19

Palestrina : Bisconti 19 , Rischia 20 , Rossi 21 , Pierangeli 14 , Pozzi 3 , Molinari 5 , Pecetta 0 , Brenda 0 , Stirpe 2 , Gagliardo 2

BPC Virtus Cassino : Grilli 22 , Castelluccia 5 , Ianes 19 , Carrizo 16 , Lovatti 5 , Ausiello 5 , Chiacig 2 , Dri 2, Del Brocco , Cerniz

Arbitri : Alberto Morassutti di Sassari e Lorenzo Lupelli di Aprilia

Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author