Una prima da dimenticare!

Falsa partenza per l’Edelweiss Fassi Albino che nel debutto casalingo contro la Ceprini Orvieto non riesce mai ad entrare nel match subendo il parziale decisivo già nella prima frazione! Sabato prossimo subito una gara importante in tema classifica provando a reagire da vera squadra sul campo di Alghero!

Falsa partenza per l’Edelweiss Fassi Albino che nel debutto casalingo contro la Ceprini Orvieto non riesce mai ad entrare nel match subendo il parziale decisivo già nella prima frazione! Sabato prossimo subito una gara importante in tema classifica provando a reagire da vera squadra sul campo di Alghero!

 

Inizia con una sconfitta l’avventura 2016/2017 del Fassi Edelweiss Albino in Serie A2, di fronte ad un discreto pubblico le biancorosse di coach Giuliano Stibiel diventano la bruttissima copia della squadra che fino allo scorso weekend aveva guadagnato il ruolo di possibile outsider stagionale da parte degli addetti ai lavori.

L’Azzurra Cestistica Orvieto giunge al PalaRaffa dopo la bellezza di 7 ore di pullman ma alla palla a due l’unica formazione che a stento si regge sulle gambe è quella di casa: zero tenuta dell’1vs1 frontale, difesa sul post completamente dietro e azioni offensive limitate al tiro da fuori… lo 0-7 iniziale è servito sul vassoio alle ospiti che, anche dopo il primo time-out, banchettano amabilmente nell’area seriana.

L’inspiegabile mancanza di reazione è ben dimostrata dal numero esiguo di falli commessi (in totale alla fine saranno 11) rispetto alla percentuale di tiri comodi ed in ritmo concessa alle prime avversarie stagionali: Bonasia e compagne giocano al gatto col topo irridendo, sportivamente parlando, in certe situazioni un Fassi mai parso in grado di riaprire il match sia tecnicamente che mentalmente!

Il coach triestino non guarda giustamente in faccia a nessuna, l’egoismo offensivo e la poca propensione al sacrificio nella metà campo difensiva trasformano la panchina in una porta girevole stile aeroporto… Icewoman Devicenzi, l’Americana Silva e Pippi-Gambelunghe Valente provano invano a scuotere con delle fiammate personali l’apatia della Stella Alpina ma alla fine si potranno soltanto dividere l’inutile palma della “meno peggio”.

L’ultimo svantaggio sotto la doppia cifra sarà il 12-21 a metà secondo quarto, da quel momento in poi neanche la sosta lunga negli spogliatoi darà benefici a capitan Lussana e compagne orfane pure di quella coesione mentale che sembrava sino a qualche ora prima la vera chiave di svolta per accedere ai sogni d’impresa più proibiti.

Da applaudire con merito la gara tutta sostanza ed energia della Ceprini, guidata da una sontuosa Mazionyte (32 di valutazione con 17 rimbalzi!) e da una vera e propria spina nel fianco quale Manfrè (18 pt + 7 rimbalzi), che ha offerto al pubblico bergamasco un bell’esempio di come una squadra possa far esaltare le qualità individuali in ciascuna situazione di gioco.

Fondamentale tra 6 giorni, dopo aver bagnato l’esordio con una prestazione da dimenticare, prendere il volo verso la Sardegna destinazione Alghero con l’assoluta convinzione e determinazione di poter dire la nostra solo lottando dal primo all’ultimo minuto su ogni possesso: grintose ed instancabili “Panda” 4×4 per surclassare la “Mercede-s” classe A2!

Quando il gioco si fa duro…

Divisione Nazionale A2

Girone A – 1^ giornata

Fassi Albino – Ceprini Orvieto
40 – 63
(6-18, 10-15, 9-16, 15-14)

Edelweiss: Birolini G., Birolini M. ne, Vincenzi 8, Fumagalli 6, Silva 5, Packovski 6, Panseri, Devicenzi 3, Lussana 3, Valente 7, Marulli 2, Pintossi ne
All. Stibiel G.

Azzurra: Grilli, Falanga M., Mazionyte 14, Bonasia 7, Colantoni, Manzotti 12, Boni 2, Manfrè 18, Brunelli 10, Armenti, Falanga A., Monaco.
All. Romano M.

Arbitri: Colombo e Corbari

 

Prossimo impegno: Sabato 15 Ottobre 2016 alle ore 16.00 si gioca vs Mercede Basket Alghero c/o palestra “Vittorio Corbia”, via Pacinotti, Alghero (SS)

Commenta
(Visited 14 times, 1 visits today)

About The Author