Un'Amatori Basket corale si aggiudica il derby con Vasto

L’Amatori Pescara infila il suo terzo successo consecutivo, superando tra le mura amiche Vasto nel derby: 86-67 il punteggio finale di una gara che ha sempre visto avanti i biancorossi di casa, tonici e determinati su entrambe le metà campo nel conquistare una vittoria di squadra (come dimostrano i sei elementi in doppia cifra) evitando ogni possibile che insidia che poteva presentare la contesa del PalaElettra.
Pescara, priva di Tabbi per infortunio, comincia la sfida con Rajola in cabina di regia, Pepe e Marco Timperi esterni ed il duo Di Donato-Polonara vicino a canestro. La BCC, reduce da tre successi consecutivi, risponde schierando Tracchi, Di Pierro, Di Tizio, Jovancic e Casettari: l’inizio di gara è veemente per la formazione di coach Salvemini, più intensa e reattiva su tutti i palloni e brava a piazzare subito un devastante break di 17-2 nei primi sei minuti (con quattro giocatori diversi a bersaglio, ed un ispirato Timperi a trainare i suoi). Pur con percentuali al tiro pesante più basse del solito, l’Amatori trova comunque ottimi dividendi in attacco: un ottimo lavoro che si estende nella metà-campo difensiva, con Pepe e compagni che fin dai primi minuti imprimono grande aggressività nei confronti di una BCC spuntata (solo 2/18 dal campo nei primi dieci minuti), anche se gli ospiti grazie alle iniziative di Grassi e Tracchi provano faticosamente a rientrare sul 21-10 della prima sirena.
Gli ospiti iniziano con il piglio giusto anche il secondo parziale, riportandosi a -6 con il canestro di Grassi. Un time-out della panchina pescarese scuote però i padroni di casa, che con Bini e De Vincenzo torna a segnare ribattendo alle buone iniziative di Di Pierro. I tanti rimbalzi offensivi catturati (già 10 all’intervallo, con Di Donato in grande evidenza) permettono inoltre all’attacco pescarese molti secondi possessi, sfruttati soprattutto da un ottimo Timperi (top-scorer dei suoi a metà gara con 11 punti). Vasto prova a tenersi lì ma continua a sbattere contro il muro difensivo di casa (solo 24% dal campo nei primi due quarti per Jovancic e compagni), ed imbocca il tunnel del riposo lungo con tredici lunghezze da recuperare sul 40-27.
L’inizio di terzo quarto corrisponde al momento in cui l’Amatori mette definitivamente le mani sulla contesa: Pescara esce infatti dai blocchi piazzando un altro micidiale break di 11-0 in poco più di due minuti,  ritrovando anche il tiro pesante (dopo il 2/15 dell’intervallo) con De Vincenzo e Pepe. Un parziale che di fatto ipoteca l’esito della sfida: la BCC accumula oltre 20 lunghezze di scarto ed i biancorossi di casa continuano a colpire con grande frequenza in attacco (28 punti di squadra nel parziale), trascinati da un ottimo Di Donato per il 68-45 della terza sirena.
Un margine che Pescara gestisce senza particolari affanni anche negli ultimi dieci minuti: Vasto con due canestri filati di Tracchi si riporta a -16, ma l’Amatori con Polonara e Timperi sigilla il proprio vantaggio continuando a lottare su ogni pallone. Nel finale c’è spazio anche per i giovani Matteo Timperi e Tagliamonte (quest’ultimo a segno con il primo canestro tra i “grandi” in carriera), con i biancorossi di casa applauditi dai propri sostenitori che chiudono la sfida sull’86-67.
Vittoria limpida e meritata quella ottenuta in casa pescarese, in cui tutto il collettivo ha dato un apporto fondamentale ispirato da uno straordinario Rajola (ad un assist di distanza dalla tripla doppia): a fare la differenza è stata soprattutto la grande intensità espressa fin dai primi minuti, tradottasi anche nel 51-39 finale a rimbalzo (20 dei quali catturati in attacco), con l’Amatori prima su ogni palla vagante e brava a non pagare una serata meno proficua del solito a livello perimetrale. Archiviato il terzo successo di fila che permette di consolidare il sesto posto in classifica, l’attenzione è ora già rivolta all’insidiosa trasferta in programma domenica prossima sul parquet di Martina Franca.
A seguire i tabellini e le interviste del dopo-gara.
AMATORI PESCARA-BCC VASTO 86-67 (21-10; 40-27; 68-45)
PESCARA: Pepe 12, Rajola 10, De Vincenzo 14, Di Fonzo, Di Donato 15, Bini 7, Polonara 11, Mar.Timperi 15, Tagliamonte 2, Mat.Timperi. Coach: Salvemini.
VASTO: Grassi 6, Di Pierro 13, Tracchi 18, Di Tizio 2, Ierbs 1, Jovancic 8, Casettari 13, Di Rosso ne, Pace ne, Cordici 6. Coach: Luise.
Tiri da 2: Pescara 20/37 (54%), Vasto 16/41 (39%).
Tiri da 3: Pescara 9/33 (27%), Vasto 6/22 (27%).
Tiri liberi: Pescara 19/31 (61%), Vasto 17/19 (89%).
Rimbalzi: Pescara 51 (31+20, Di Donato 12, Polonara 10), Vasto 39 (28+11, Casettari 9).
Assist: Pescara 15 (Rajola 9), Vasto 7 (Tracchi 4).
Palle perse: Pescara 9 (Mar.Timperi 3), Vasto 13 (Tracchi 3).
LE VOCI DEL DOPO-PARTITA
Giorgio Salvemini, coach Amatori Pescara: “I ragazzi sono stati bravissimi ad interpretare nel modo migliore questa partita, rispettando il piano-gara e mettendo in pratica ciò che avevamo preparato. E’ stata una sfida gradevole che abbiamo affrontato con il piglio giusto, sono molto contento della prestazione corale con sei uomini in doppia cifra: un dato che ci fa ben sperare in vista futuro, per equilibrare i nostri attacchi riuscendo a creare situazioni vantaggiose. I ragazzi meritano davvero tanti complimenti”.
Sergio Luise, coach BCC Vasto: “Affrontavamo una squadra in forma che ha dimostrato nell’arco del campionato di essere più attrezzata di noi, però dispiace per l’approccio troppo morbido alla partita. Abbiamo commesso degli errori anche banali, siamo una squadra con poco vissuto che deve basarsi sulla fiducia, e oggi l’abbiamo persa fin da subito. Le cose che ultimamente ci sono riuscite oggi non siamo stati bravi a ripeterle, e la situazione si è fatta in salita: ora ci aspetta una partita difficilissima contro Montegranaro, ma non possiamo permetterci di non dare il massimo e provarci di fronte ad ogni avversaria”.
 
Stefano Blois
Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author