Under 17, la Virtus Velletri cade ai supplementari sul campo del Sora

N.B. Sora 2000 – Virtus Velletri: 60-58 (51-51)

Parziali: 16-13; 11-11; 13-16; 11-12; 9-7 (overtime)

Virtus Velletri: Simonetti 1, Borghi 17, Quaglia 6, Maikano, Nastase 2, Ruggeri 3, Marinelli 22, Cilimato, Pennachini 7, Fantaccione. All.re: Mancini; aiuto all.re: Girelli.

Virtus Velletri – Borgo Don Bosco 65-46

Parziali: 22-10; 9-11; 18-13; 16-12

Virtus Velletri: Simonetti 2, Borghi 9, Colonna 4, Quaglia 11, Maikano, Nastase 2, Ruggeri 4, Marinelli 31, Fantaccione 2. All.re Mancini; aiuto all.re Girelli

Si complica purtroppo il cammino dell’Under 17 della Virtus Velletri nella seconda fase del campionato regionale, dopo una cavalcata trionfale nella stagione regolare (con una sola sconfitta) il girone per la promozione a sei squadre si sta dimostrando molto ostico. Sicuramente il calibro degli avversari è diverso da quello della prima fase, ma non sta mancando purtroppo anche qualche episodio poco fortunato, come ad esempio gli infortuni di Colonna e Colonnelli che hanno lasciato coach Mancini con qualche scelta in meno durante le ultime due partite.

Partendo dall’ultima giocata, sicuramente la più difficile da digerire, si può essere contenti per la prova complessiva dei veliterni, che sul difficile campo di Sora hanno combattuto durante tutta la partita. Molto equilibrio in campo tra le due squadre, sempre vicinissimi i punteggi e tanta fatica a prendere anche il minimo vantaggio. Una parità che è diventata assoluta allo scadere dei tempi regolamentari, tanto da rendere necessario un tempo supplementare per decidere la vincente. Purtroppo l’equilibrio si è rotto, seppure di due solo punti, in favore dei padroni di casa e quindi i virtusini sono tornati dalla trasferta con tanta fatica nelle gambe e nessun punto. Serve a poco quindi la pur bella vittoria, agguantata qualche giorno prima, contro il Borgo Don Bosco di Roma, una gara già decisa nel primo quarto a favore dei veliterni che con un netto 22-10 scappavano subito via. Positivo il rientro di Quaglia dopo il lungo infortunio al polso, buona per lui anche la gara con il Sora, oltre al solito Marinelli protagonista con tante giocate e 4 triple a bersaglio.

Un successo che però in classifica, come dicevamo, probabilmente non servirà a molto visto che la capolista UISP XVIII per ora non ha sbagliato un colpo e alla fine del minigirone a passare il turno sarà solo la prima in classifica. Insomma i veliterni dovrebbero vincerle tutte adesso e sperare in un passo falso dei primi, difficile ma non impossibile comunque.

Commenta
(Visited 6 times, 1 visits today)

About The Author