Unieuro Forlì, Gandolfi confermato responsabile del settore giovanile

La Pallacanestro 2.015 e la sua attività giovanile, sono pronti a ripartire e hanno una grande fiducia sulla concreta possibilità di un imminente inizio delle attività dei ragazzi. A tal proposito, la Società, al fine di garantire la massima sicurezza e la tutela della salute di atleti, allenatori e dirigenti, sta valutando con attenzione tutte le indicazioni che vengono fornite dalla Federazione Italiana Pallacanestro e dal Sistema Sanitario Nazionale.

C’è tanta voglia di ripartire dopo mesi nei quali il lavoro che si è dovuto forzatamente fermare sul parquet, è continuato per programmare il futuro dei nostri ragazzi” dice Riccardo Pinza, presidente dell’attività giovanile “Dopo tante settimane senza allenamenti, tutti abbiamo voglia di basket e di vedere i nostri ragazzi in palestra”.

Nell’ottica di questa ripartenza e con lo sguardo verso il futuro, grande motivo di orgoglio per la Società, è la conferma di Lorenzo Gandolfi nel ruolo di Responsabile del Settore Giovanile, il cui contratto è stato adeguato e al tempo stesso prolungato, con l’obiettivo concreto di portare avanti un progetto pluriennale cominciato la scorsa estate. Anche alla luce di questa importante conferma, la Società ribadisce la ferma volontà di promuovere un’attività giovanile di qualità che porti a produrre, nel tempo, giocatori che possano diventare protagonisti in prima squadra.

In merito poi all’Unieuro International Basketball Camp, vista la situazione che si è venuta a creare e le difficoltà di spostamento internazionale, non sarà possibile avere gli istruttori stranieri come si era pensato in un primo momento: si sta quindi studiando una forma alternativa, rivolto ai giovani di Forlì e dintorni, con l’immutato intento di svolgere un camp di alta qualità.

FONTE: Ufficio Stampa Unieuro Forlì

Commenta
(Visited 42 times, 1 visits today)

About The Author

Martino Ruggiero Nato a Taranto, trasferito a Roma tre anni fa per inseguire il mio sogno e per studiare Giurisprudenza, 21 anni. Seguo qualsiasi sport da quando sono nato. Per la pallacanestro ho fatto il giocatore, l'allenatore e il telecronista ma i tasti più consumati del mio telecomando sono quelli che mi portano al calcio. Amante delle storie sportive, da raccontare, da leggere e da ascoltare. Appassionato di viaggi, non conosco un stato d'animo diverso dall'ottimismo.