Unieuro, viaggio a Piombino per riprendere la marcia

Con la voglia matta di buttarsi alle spalle il ko con Piacenza e di riprendere la propria marcia da primato, l’Unieuro scende al PalaTenda di Piombino. La squadra di coach Padovano – che all’andata resse “quasi” fino alla fine contro una Pallacanestro 2.015 in ansia poichè doveva espugnare il Palafiera alla sua seconda uscita interna – è stabilmente nel blocco delle Top6 del girone. I 24 punti gialloblù sono stati equamente raccolti (12/12) in casa ed in trasferta (6-3 i due record): ne consegue che la tensostruttura in riva al Tirreno, caratterizzata – come tutte le tensostrutture – dall’inconfodibile acustica “ovattata”, non sia – numeri alla mano – considerabile un “fortino inespugnabile”. Il che non deve far abbassare di un solo millimetro la guardia ai ragazzi di Garelli, opposti ad una squadra in questa annata “capace di tutto”.
Ritenuta in avvio di stagione squadra spigolosa in quanto “da punteggi bassi”, in realtà la “storia” del campionato restituisce numeri che parlano di una compagine che la sua dimensione migliore, probabilmente, l’ha trovata nella metà campo offensiva. Imperniata su un funzionale asse play/lungo lungo… 23 anni: quelli che separano il 1990 Mattia Venucci (insieme a Caroti di Cecina uno di quegli “1” da tenere d’occhio, ad oggi in stato di grazia: 34 con 11 rimbalzi nella vittoria di Borgosesia dello scorso weekend)… dal veterano 1977 Mario Gigena (ammirato all’andata in scintillanti condizioni di forma, in questo caso rientrante dopo uno stop per infortunio). Salvatore Genovese, lambito da qualche voce di mercato, sarà regolarmente al proprio posto col gigantesco Persico e col 1988 Iardella, “guardiòla” che in talune circostanza ha acceso su di sè i riflettori.
E l’Unieuro? Scende in Toscana senza Bonacini – colpo al ginocchio, martedì approfondimenti medici quantificheranno la gravità della cosa – e senza più la prospettiva di accogliere l’argentino Diego Corral, col quale era praticamente “tutto a posto” prima dell’inaspettato esonero in quel di Matera di coach Gresta, che ha fatto arenare l’operazione.
Si gioca alle 18:00 al PalaTenda, con arbitri i veneti D’Orazio di Vittorio Veneto (TV) e Semenzato di Mirano (VE) e diretta sulla home page diwww.pallacanestroforli2015.it.

Riccardo Girardi

Area Comunicazione e Ticketing
Commenta
(Visited 5 times, 1 visits today)

About The Author