Un’ottima Virtus Salerno si arrende solo nel finale a Sant’Antimo

Certo alla fine conta sempre il risultato (73-69), ma la sconfitta rimediata nel finale di gara sul parquet della PSA Sant’Antimo non può minimamente scalfire la prestazione della Virtus Arechi Salerno. Un’ottima prestazione.

 

Arrivata dopo giorni decisamente particolari e con un roster dimezzato delle numerose assenze (Maggio, Gallo, Cardillo e Valentini). Ma la squadra di coach Parrillo ha dimostrato di saper andare ben oltre tutto questo. Con carattere e soprattutto voglia, i blaugrana hanno disputato una gara esemplare dal punto di vista della qualità del gioco. Solo la stanchezza e la conseguente mancanza di lucidità hanno alla fine inciso sul punteggio. Con Mennella in campo con soli due allenamenti nelle gambe dopo due settimane di stop e con Rossi arrivato lunedì pomeriggio e fermo di fatto da marzo scorso, la Virtus sin da subito fa intendere le sue intenzioni. Pronti via e De Fabritiis piazza in sequenza 5 punti e 1 assist, a metà quarto Tortù con un gioco da tre punti regala il +4 (13-17), mentre in chiusura sale in cattedra Rezzano con 5 punti pesantissimi.

 

Sempre il centro ex Chieti colpisce dal perimetro anche all’inizio della seconda frazione, ma dopo aver subito un colpo dietro l’altro Sant’Antimo entra ufficialmente in partita riportandosi sul -4 (28-32) con la tripla di Carnovali. Di Dri invece la giocata, 2+1, che vale il 34 pari. Riordinate le idee la Virtus torna a giocare una piacevole pallacanestro che favorisce un bel po’ di tiri aperti dalla distanza, come quelli di De Fabritiis e Caiazza che valgono il +4 all’intervallo lungo. Un copione che si ripete anche nel terzo quarto quando, dopo la “bomba” di Cantone per il 47-47, i 5 punti del solito De Fabritiis e l’appoggio al tabellone di Beatrice sono importanti per dare il là a un nuovo break ospite (+9).

 

Ma con lo scorrere del cronometro la stanchezza inizia a farsi sentire. Al 33’ Milosevic regala il primo vero vantaggio a Sant’Antimo con la tripla del 63-62, Vangelov invece diventa il padrone del pitturato. La Virtus, comunque, non molla e dopo un fallo importante non fischiato a Rossi a due dalla fine sul -3, Mennella dall’angolo a poco più di un minuto dal termine piazza la tripla del 70-68. Sull’azione seguente, dopo un recupero difensivo, Tortù ha la palla del pareggio ma il suo tiro dalla media distanza viene incredibilmente sputato dal ferro. Si torna così nell’altra metà campo dove Carnovali chiude la partita con una pesantissima tripla.

 

Al termine della gara coach Adolfo Parrillo ha parlato in questi termini della prestazione della sua squadra: “Sono davvero contento dell’atteggiamento della squadra nonostante le svariate difficoltà del momento, non potevo chiedere di più a un gruppo che ha dato tutto. Purtroppo la stanchezza nel momento decisivo ha condizionato il risultato, ma ciò non toglie che abbiamo dimostrato di essere sulla strada giusta. Ora l’augurio è solamente quello di poter ritrovare un po’ di serenità e di riavere quindi tutta la squadra a disposizione”.

 

La gara del PalaPuca sarà trasmessa in differita da Tv Oggi Salerno nella giornata di venerdì alle ore 20:40 e alle 00:30.

 

PSA SANT’ANTIMO-VIRTUS ARECHI 73-69 (19-28, 38-42, 51-60)

Sant’Antimo: Milojevic 10, Dri 7, Ratkovic ne, Carnovali 11, Milosevic 15, Cantone 6, D’Aiello ne, De Meo ne, Vangelov 14, Sergio 10, De Marca ne, Trapani. Coach: Patrizio

Virtus: Tortù 12, De Fabritiis 22, Beatrice 7, Caiazza 3, Rezzano 15, Mennella 10, Rossi, Venga, Di Donato, D’Amico ne, Gervasio ne. Coach: Parrillo
Arbitri: Di Martino e Morra.

Commenta
(Visited 27 times, 1 visits today)

About The Author

Gennaro Dimonte Nato a Barletta nel 1994. Prossimo alla laurea in Scienze della Comunicazione e aspirante giornalista. Si divide tra la palla a spicchi e il calcio, con i miti di Carmelo Anthony e Del Piero nel cuore. Grande appassionato di NBA, spera di rivedere i suoi Knicks tra le grandi.