Urania Milano, ufficiale: colpo Nik Raivio

Urania Basket è lieta di annunciare, che il primo straniero a vestire la maglia dei Wildcats nella intera storia della società, sarà Nikolas Thomas Raivio.

Per tutti Nik, la guardia di passaporto Statunitense nato ad Anversa (B) nel 1986, è in arrivo dal Basketball Club di Bayeruth tra le cui fila ha disputato l’ultimo Campionato Tedesco di serie A (12a – 14V/20P). Nelle 30 giornate di Regular Season disputate ha realizzato 145pti (4.8ppg), con una media di 13’ di utilizzo, conquistandosi meritatamente nell’arco della stagione lo starting five. Ha disputato inoltre la Champions League, giocando 13 incontri, con cifre da 2.3ppg in 9’.

Gli appassionati e gli addetti ai lavori lo ricordano però per le straordinarie cifre espresse nelle tre stagioni italiane con la maglia dei Knights di Legnano. Dal 2015 al 2017 è stato senza ombra di dubbio una delle icone della serie A2, realizzando complessivamente 1744 (17.98ppg) nei 35’ di utilizzo nelle 90 gare di regular season e le 7 di playoff (vs Roseto e Verona). Nell’unica gara vinta della post season ha realizzato 31pti con 7/10 nelle triple e 41 di valutazione. E’ stato stabilmente al vertice nelle classifiche totali delle statistiche individuali, con il primo posto per minuti giocati (2015-1058’), secondo o terzo in valutazione (2015-22.6 / 2017-23.3), quinto, ottavo, settimo in media punti (2015–17.4; 2016-18.4; 2017-18.5), con oltre il 50% da 2P e il 42% da 3P e l’82% ai liberi.

Laureato in “Marketing and Management” ha vestito per tre stagioni la maglia dei Pilots dell’Univeristà di Portland dove il padre è Hall of Famer come miglior rimbalzista. Prima di arrivare in Italia ha giocato in due occasioni nella serie A in Ungheria (2011-21.13ppg / 2014-18.93ppg) e in quella Svedese (2013-15.37ppg).

E’ un giocatore dalle spiccate doti offensive, sublime tiratore dall’arco, che non disdegna però l’attacco al ferro, sfruttando il fisico potente. Ottima visione di gioco dimostrata dai 4 assist medi distribuiti a match e spiccato senso della posizione, che lo certificano rimbalzista di razza (7 rpg).

Le sue prime parole in maglia Urania: “Sono molto contento della scelta che ho fatto. Nell’ultimo anno in Germania ho giocato in una squadra di talento, dove con impegno mi sono ritagliato il giusto spazio. Due buone squadre tedesche mi hanno cercato, ma quando è arrivata la chiamata di Milano, mi sono confrontato con gli amici di Legnano e ho scelto senza esitare questa società. Ho percepito ambizione, in un clima familiare. So che non sarà facile mettere insieme un nuovo roster alla prima esperienza in A2, ma sono pronto a mettere a disposizione tutta la mia esperienza”.

 

Lìincrocio astrale, ha voluto che per la ricorrenza del 50° anno dello sbarco sulla luna, atterrasse sul pianeta Urania un extraterrestre con la maglia #30, che a bordo dell’Astronave Allianz Cloud sarà pronto a far decollare le emozioni di tutti i tifosi Wildcats.

Fonte: Ufficio Stampa Urania Basket Milano

Commenta
(Visited 54 times, 1 visits today)

About The Author

Enrico Pecci Classe ’96, proveniente da quel favoloso luogo chiamato Marche (provare per credere), studente di Scienze della Comunicazione ed appassionato di calcio quanto di basket. Collaboratore per nba24.it e tuttobasket.net, sognando un futuro in cui scrivere di sport, basket e calcio in particolare, sia un lavoro oltre che una passione. Appassionato di basket sin dai primi passi mossi nel parquet dal Re, King LeBron James. #IPromise.