Usac Rivarolo - GeneaBiomed Chivasso 73-86

Usac Rivarolo – GeneaBiomed Chivasso 73-86
(17-18, 40-37, 62-62)
Rivarolo Canavese: Tardito 4, Scardino 9, Butera 19, Roma, Zagaria 15, Peraglie 16, Campigotto 4, Longoni 6, Serena ne, Oberto, Cavaletto ne, Guglielmetti ne. All. Salvemini
GeneaBiomed Chivasso: S. Delliguanti, Vettori, Vai 26, Barbaria 9, Morello 5, M. Delliguanti 19, Zanero, Cocco 5, Miniero 16, Montanaro ne, Oradini 6. All. Buffa

CHIVASSO. La Geneabiomed Chivasso vince e convince nel secondo derby canavesano, battendo per 73-86 l’Usac Rivarolo. Gli allenamenti della settimana svolti da Vettori e compagni avevano dato segnali positivi per questa difficile trasferta . Segnali che si confermano fin dalla palla a due, grazie anche alla disposizione tattica con cui Chivasso scende in campo: un quintetto alto con Vai Miniero Morello come guardie, Vettori e Oradini come lunghi per contrastare la stazza degli avversari. Il primo quarto – con tutte e due le squadre a uomo – si chiude con un 17-18 per Vettori e compagni .

Nel secondo invece Chivasso patisce la difesa 3/2 messa in pratica da Rivarolo, che cerca di scappare a metà quarto arrivando a toccare il più 10 (37-27). Vettori e compagni però riescono a recuperare palloni importanti ed a chiudere il secondo quarto sotto a -3, grazie a Vai e Miniero, spauracchi della difesa rivarolese.

Al rientro dall’ intervallo il quarto vede le due squadre a stretto contatto con Vai da una parte e Butera e Zagaria dall’altra che sfoderano ottime prestazioni al tiro . Il quarto si chiude con un 62 a 62 dopo che Chivasso negli ultimi 2 minuti sfodera una difesa a zona 3-2, che mette in difficoltà le guardie avversarie e limita la capacità offensiva dei padroni di casa.

Nel 4 periodo Vai e un ritrovato Mattia Delli Guanti fanno la differenza in attacco con penetrazioni e tiri dalla lunga distanza , mentre la difesa alza notevolmente il ritmo, recuperando palloni trasformati in punti pesanti per il brak di 0-14 che spacca in due il match . Dall’altra parte Rivarolo con sugli scudi un Peraglie eccellente , non trova più continuità nel suo gioco e nemmeno il tiro dalla lunga distanza di Butera e Zagaria porta i frutti sperati, costringendo l’Usac ad arrendersi .

“Abbiamo avuto un’ottima prestazione di squadra e per la prima volta ottima prova difensiva corale da parte di tutti gli uomini chiamati in campo” commenta coah Buffa . “Da segnalare – prosegue il tecnico biancoverde – un ottima prestazione sotto canestro di Barbaria e un Delliguanti Mattia che ha finalmente difeso con efficacia ed intensità, oltre a garantire un fatturato positivissimo in attacco”.

Prossimo impegno ore 20 Sabato 17/01 alla Blatta contro Torino Basket ; partita da non sottovalutare e che deve dare continuità alla buona prestazione fatta vedere da Vai e compagni contro Rivarolo.

Commenta
(Visited 3 times, 1 visits today)

About The Author