Valentina's Bottegone, per Fiorello Toppo tre mesi di stop

L’ESITO DEGLI ESAMI SPECIALISTICI PER FIORELLO TOPPO: PER LUI ALMENO TRE MESI DI STOP

Tre mesi e mezzo di stop nell’ipotesi più ottimistica. E’ questa la prima diagnosi effettuata dallo staff medico della Valentina’s Camicette Bottegone all’indomani del grave infortunio che ha visto protagonista Fiorello Toppo domenica scorsa nella 5° giornata del girone A del campionato di Serie B. I dettagli sono stati spiegati in una conferenza stampa alla quale hanno preso parte lo stesso giocatore, il fisioterapista Mirko Bardasi, il medico sociale Enrico Russo ed il presidente don Piergiorgio Baronti.

«Si tratta di una lesione importante – spiega il medico Enrico Russo – e come prima cosa è stato deciso di effettuare una immobilizzazione specifica del ginocchio sinistro in massima estensione, visto che c’è anche l’interessamento del crociato posteriore. L’unica prognosi sicura, al momento, è il mese che dovrà passare con questo tutore e poi sarà nuovamente rivalutato per capire se ci sono altre lesioni e se dovrà essere operato. Si parla comunque di mesi di assenza dal campo, quanti è ancora presto per dire. Tecnicamente Fiorello Toppo ha riportato la rottura del collaterale mediale, un distacco osseo delle spine del ginocchio con interessamento del crociato».

Delusione, amarezza ed anche rabbia nelle parole del numero 8 della Valentina’s Bottegone.

«Sono arrabbiato per come è avvenuto l’infortunio – spiega Fiorello Toppo – perché era una situazione evitabile visto che sono caduto su una strisciata di sudore che avevo fatto io nell’azione offensiva precedente. La fatalità ha voluto che passassi di nuovo in quel preciso punto ed anche il mio avversario si è fatto male visto che non è rientrato in campo. Adesso resta da valutare con il mio legale se si può fare qualcosa da un punto di vista giuridico perché di sicuro gli arbitri potevano fermare il gioco e far asciugare il parquet: spesso si fa i puntigliosi per sciocchezze come i calzini, una ginocchiera o la maglia fuori dai pantaloncini e poi non si pensa alla sicurezza dei giocatori».

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il presidente di Bottegone Basket che parla anche di quel che potrà succedere in futuro.

«E’ un infortunio che ci colpisce profondamente – aggiunge don Piergiorgio Baronti – perché la nostra società in estate ha puntato molto su Fiorello ed è per questo che quella di domenica è stata proprio una vittoria amara. La società è consapevole del valore del resto della squadra, ma uno come Toppo non c’è e quindi stiamo facendo tutte le valutazioni del caso, soprattutto in un momento così importante sarebbe brutto iniziare ad arrancare. Non siamo fermi e ci stiamo guardando intorno per capire se ci può essere un tassello da inserire per rafforzare la squadra attuale».

Per dimostrare vicinanza a Fiorello Toppo e per incitare con ancora maggior forza la Valentina’s Bottegone in campo in questo momento difficile, la società invita tutti gli sportivi pistoiesi, gli amici di Fiorello e chi ha a cuore le sorti del basket cittadino di far sentire il proprio calore sabato sera al PalaCarrara in occasione della sfida contro Mortara che inizierà alle ore 21.15

 

Ufficio Stampa Valentina’s Bottegone

Saverio Melegari

Commenta
(Visited 13 times, 1 visits today)

About The Author