Valentina's Bottegone vicina all'impresa a Piombino

BASKET GOLFO PIOMBINO – VALENTINA’S BOTTEGONE 60-57

BOTTEGONE: Giannini 10 (2/5, 2/8), Toppo 11 (3/10 da 2), Maspero 11 (2/5, 1/3), Magini 6 (0/1, 3/5), Cernivani (0/2, 0/1), Rossi 10 (4/6 da 2), Marconato 9 (0/2, 3/5), Divac. All.: Russo.

ARBITRI: Liberali di Varese e Somensini di Brescia

PARZIALI: 18-13, 31-27, 45-45

Nonostante rotazioni ridotte all’osso, in attesa degli innesti del mercato, la Valentina’s Camicette sfiora l’impresa al “PalaGolfo” contro il Basket Piombino nel match del debutto in panchina del neo coach Roberto Russo. I livornesi si impongono per 60-57 dopo una sfida spigolosa e nella quale gli attacchi hanno fatto gran fatica ad emergere.

Una risposta, quella arrivata dal campo, comunque positiva per la Valentina’s che nonostante un inizio complicato nel primo quarto ha reagito alla grande giocandosela fino alla fine come dimostra il 43-45, unico vantaggio del match, a fine terzo quarto ed anche il tentativo di rimonta finale dal 58-51 in favore di Piombino.

Registrata la difesa, poi, la squadra ha iniziato a girare bene ed ha dovuto sopperire ad ulteriori assenze visto l’infortunio rimediato da Stefano Cernivani dopo pochi minuti dall’inizio: per lui distorsione alla caviglia e partita finita, sperando di poterlo recuperare per il prossimo match in casa contro Santarcangelo.

E allora salgono in cattedra tutti gli altri ragazzi, con grande sforzo per i “piccoli” che poi si paga alla fine: i vari Maspero, Magini e Giannini arrivano con la lingua in terra e Piombino può colpire.

La classifica rimane alquanto complessa anche perché le altre contendenti corrono ed in questo turno hanno perso solo Oleggio e Livorno.

«Abbiamo disputato la partita che volevamo fare – spiega il coach della Valentina’s Bottegone, Roberto Russo – e forse anche migliore mettendo tanta autorità in campo visto anche l’infortunio di Cernivani. Dispiace davvero: avevo detto che si poteva andare vicini a vincere e così è stato. Dopo la parità a 7’ dalla fine Piombino ha preso un piccolo divario di 5 punti che gli ha permesso di mettersi al riparo nel finale e poi, senza Cernivani, i vari Magini, Maspero e Giannini non ne avevano più. A me bastava atteggiamento che è stato positivo ed i ragazzi hanno lottato: è come se avessimo vinto però i 2 punti vanno a Piombino. Se poi vai a rivedere il finale e perdi di 3 punti avendo sbagliato 10 tiri liberi allora dispiace ancora di più».

 

Saverio Melegari

Commenta
(Visited 2 times, 1 visits today)

About The Author