Una Valentina's commovente deve cedere il passo a San Miniato

VALENTINA’S BOTTEGONE – BLUKART S.MINIATO 73-76

 

BOTTEGONE: Cipriani 9 (2/3 da 3), Toppo 22 (7/12, 0/1), Marconato 2 (0/3, 0/2), Divac ne, Maspero ne, Galli 14 (1/4, 4/8), Toscano 7 (2/11, 0/1), Converso ne, Angelucci 9 (1/5, 0/2), Fontana 10 (1/4, 1/8). All.: Civinini

SAN MINIATO: Grassi 7 (2/4 da 3), Giacomelli 3 (0/2, 1/3), Stefanelli 14 (2/2, 2/8), Zita 12 (4/8, 1/2), Bertolini 7 (2/4, 0/3), Benites 7 (2/5 da 3), Giarelli 13 (5/12 da 2), Gaye Serigne 4 (2/3, 0/1), Perin 5 (1/2, 1/1), Capozio 4 (2/3 da 2). All.: Barsotti

ARBITRI: Tarascio, Scarfò

PARZIALI: 17-22, 38-37, 52-56

 

Più di così era impossibile fare ma quanto rammarico rimane per la Valentina’s Camicette arrivata ad un passo da un’impresa che avrebbe avuto dello storico. Nella terza giornata di ritorno, al PalaCarrara, passa la Blukart San Miniato 73-76 al termine di una vera e propria battaglia con Bottegone ridotta ai minimi termini: oltre alle assenze già risapute di Lorenzo Maspero e Milos Divac, poco prima della palla a due ha dato forfait il capo-cannoniere del campionato Georgi Sirakov (virus intestinale) e nel terzo quarto la Valentina’s perde, per un grave infortunio, anche Roberto Marconato.

Nonostante questo, per due volte (in chiusura di secondo quarto ed in apertura dell’ultimo) la Valentina’s si è costruita i parziali per mettere le mani sulla partita quando San Miniato era alle corde ed ha dovuto patire l’infortunio di Stefanelli, il migliore dei suoi.

Pronti via e Bottegone non è per niente intimorita dalle assenze: Galli in cabina di regia è solido, Toppo è in grande spolvero ed al 5’ Bottegone conduce 11-8 prima delle due triple di Stefanelli che indirizzano la sfida verso San Miniato chiudendo sul 17-22 al 10’.

San Miniato morde in difesa e le triple di Giacomelli portano la Blukart sul 23-33 ma Bottegone si sveglia dal torpore con Toppo che si fa valere sotto le plance, Toscano che porta a casa rimbalzi e la tripla di Fontana (26-33) dà il via alla rimonta che si completa con i canestri di Cipriani e Toppo per il 38-37 dell’intervallo.

Il rientro dagli spogliatoi è traumatico per la Valentina’s: San Miniato alza di nuovo l’intensità delle sue giocate e quando Marconato si fa male (presunta lesione al polpaccio per Roberto) e Giarelli inchioda da solo il 38-44 sembra aprirsi un baratro che si amplia con il tecnico alla panchina giallonera per il 38-50. San Miniato, però, raggiunge fin troppo presto il bonus e così la Valentina’s si appella alla grande precisione dalla lunetta (alla fine 28/35) per rimettersi in carreggiata: Angelucci ne sigla 7 in fila, anche Cipriani fa 3/3 e quando Galli spara l’unico canestro su azione del quarto la Valentina’s è di nuovo avanti (52-51).

Si entra nell’ultimo quarto con San Miniato avanti di 4 (52-56) ma, nonostante i 4 falli di Toscano Bottegone trova energie incredibili: Toppo sigla il sorpasso sul 58-56, San Miniato si innervosisce (e perde Stefanelli) ritrovandosi in un amen, grazie alla quarta tripla della serata, sotto di 9 al 36’ (69-60). Sembra finita con Bottegone vicina all’impresa ma la Blukart ritrova intensità difensiva e le due bombe di Benites, fino a quel momento inconsistente, aprono il parziale 0-10 ospite per il 69-71. La stanchezza si fa sentire e così il canestro decisivo del 71-73 a 58” dalla fine lo realizza Bertolini. Toppo mette il -2 a 2 secondi e mezzo dalla fine, ma Giarelli è preciso dalla lunetta quanto basta e la partita finisce lì.

Una sconfitta che fa male anche alla luce dell’infortunio di Roberto Marconato: la speranza, adesso, è di riavere dal prossimo match a Cecina perlomeno Maspero, Divac e Sirakov.

 

«I ragazzi sono stati straordinari – dice coach Luca Civinini – perché hanno dato tutto e si sarebbero meritati di vincere. Abbiamo saputo di Sirakov due ore prima della partita: ha tentato in ogni modo di esserci ma non stava in piedi e quindi abbiamo dovuto ricambiare il piano-gara ed è venuto fuori un match stellare. Tutti i ragazzi hanno fatto vedere quant’è il loro impegno quotidiano come, per esempio, Cipriani che ogni giorno fa le corse uscendo da scuola per poter essere in palestra all’inizio dell’allenamento. Abbiamo lottato per 40’ contro una squadra allenata molto bene ma, alla fine, ci è mancato quel pizzico in più: voglio dare un grande abbraccio a Marconato perché questo infortunio rischia di tenerlo lontano dal campo per molto tempo».

 

Ufficio Stampa Valentina’s Bottegone Basket

 

Saverio Melegari

Commenta
(Visited 38 times, 1 visits today)

About The Author