Valentino Basket Castellaneta, contro Cerignola per il riscatto

Da ora in poi il cammino della Valentino Basket sarà in salita. Dopo aver mancato il successo in tutti gli scontri diretti finora incrociati, nelle imminenti giornate di campionato solo gare dall’alto coefficiente di difficoltà.

I ragazzi di Castellaneta dovranno affrontare l’Olimpica Cerignola al PalaTifo, nel prossimo incontro casalingo. La formazione foggiana è quinta in classifica con 8 punti, con un ruolino di marcia che parla di quattro vittorie e due sconfitte.

Secondo attacco del girone (due gare sopra i 100 punti, media di 86 a partita), roster di tutto rispetto: temibili soprattutto gli esterni con i vari Alvisi (’91, da Manfredonia), Falcone (’96), Boiardi (in C a Marsala e Ragusa) e in particolare Samojlovic (play serbo prelevato dalla Serie A portoghese, 23.8 di media finora, ma in dubbio la sua presenza per motivi fisici), tutta gente dalla mano calda. Il trio di lunghi formato da Mazzilli (’94, ex Trani, di ritorno da un infortunio), Vuovolo e Pwono (americano da 23 punti a partita) darà non pochi problemi sotto le plance, e ad allungare la coperta del confermato coach Gesmundo anche il play Cipri e l’ala piccola Morresi (ex Pedaso, Calasetta e Porto San Giorgio in C, 16.8 punti ad allacciata di scarpe).

In settimana i biancorossi hanno lavorato con costanza, a partire dal consueto richiamo atletico del lunedì effettuato sotto gli occhi del preparatore Nardulli. Le sedute sul parquet di via Aldo Moro hanno registrato il rientro in gruppo dell’under Carucci (fermo per via dell’infortunio alla caviglia) e di Dani Gaudiano dopo la distorsione al ginocchio, ma ancora non al meglio della condizione.
Bisognerà aspettare ancora per vedere in campo Davide Resta. Rimosso il gesso alla mano sinistra, il responso medico parla di altri 20 giorni ai box per il generoso esterno castellanetano.
Sarà della partita il neo arrivato Rotundo, che dopo aver preso parte ai primi allenamenti, potrà mostrare il suo valore al pubblico di fede castellanetana.

Ci vorrà il massimo impegno, e forse qualcosa anche di più, per battere questo Cerignola. La squadra di coach Compagnone ha davanti a sé un impegno probante, ma forse proprio per questo potrebbero giungere gli stimoli giusti per una prestazione valorosa e soprattutto per la voglia di risorgere. Carica, voglia, cuore e determinazione le parole chiave per superare l’ostacolo e gioire per la prima volta in stagione.

Commenta
(Visited 174 times, 1 visits today)

About The Author