Vanoli Basket, nasce "Cremona Basketball Academy": progetto di sport per i giovani e per la città

Si è svolta nel Salone dei Quadri del Comune di Cremona la presentazione e la firma del progetto frutto della collaborazione tra Vanoli Basket Cremona e Sansebasket Ass. Dil. Cremona.

Presentata dal bravo Andrea Bassani, con il Sindaco di Cremona Gianluca Galimberti e l’assessore allo sport Mauro Platè a fare da padroni di casa, alla presenza del Presidente del CONI Regionale Oreste Perri, dei Presidenti delle due società Aldo Vanoli e Fabio Tambani, di Ruth Vanoli Presidente Vanoli Young e dei dirigenti Andrea Conti e Roberto Riboli che per le due società hanno curato la realizzazione del progetto, si è svolta nel Salone dei Quadri di Cremona l’attesa presentazione dell’importante progetto “Cremona Basketbal Academy” che coinvolgerà i settori giovanili biancoblu e biancoverde.

A partire dalla prossima stagione agonistica le due società condivideranno l’obiettivo di incrementare e migliorare il movimento cestistico a livello giovanile nel territorio cremonese attraverso il reclutamento e la formazione sportiva degli atleti sotto il profilo etico, culturale, fisico e tecnico.

Cremona Basketball Academy permetterà quindi a Vanoli e Sansebasket di unire e razionalizzare le risorse a propria disposizione al fine di allestire insieme squadre il più possibile omogenee e ritenute idonee a partecipare ai campionati giovanili Fip “Eccellenza”, “Elite” e Regionali.

Cremona Basket Academy vuole essere un progetto pilota, inizio di una lunga collaborazione volta a migliorare il lavoro sui giovani e sul sociale e che si auspica possa essere replicabile con altre società di basket del territorio.

Questo è quello che hanno sottolineato le parole di tutti i relatori a partire da Roberto Riboli: “Vogliamo lavorare sui giovani, il progetto è nato per investire su di loro. Vogliamo condividere un percorso formativo per allenatori e ragazzi promuovendo gruppi omogenei, partendo dalla condivisione dei valori e mettendo il ragazzo/atleta al centro”.

Andrea Conti: “Questo progetto vuole portare ad un’osmosi tra le due società a livello giovanile. Una collaborazione che ha al centro l’attenzione per i ragazzi e le loro famiglie e che ha un forte impatto sociale”.

Ruth Vanoli, Presidente Vanoli Young: “In questo progetto ogni ragazzo deve avere la sua giusta collocazione, ognuno per le proprie capacità. Per ognuno c’è un posto e dobbiamo fare in modo che sia quello giusto per tutti. Questo progetto porrà l’attenzione sulla crescita tecnica ma soprattutto umana dei ragazzi con la speranza che possa essere il primo di tanti altri”.

Aldo Vanoli: “Ringrazio tutti coloro che hanno portato avanti questa sinergia e sono orgoglioso di poter legare il mio nome e quello della società che rappresento a questa importante iniziativa. Colgo l’occasione per riportare all’attenzione di tutti il problema della carenza di strutture per lo sport giovanile. Spero che questo progetto possa sensibilizzare ancor di più in tal senso”.

Fabio Tambani: “Grazie alla Vanoli per come ci ha accolto e grazie ai consiglieri Sansebasket per aver supportato il progetto. Grazie soprattutto a Roberto Riboli per il tempo profuso nel portare avanti il progetto. Presentiamo qui anche il logo di Cremona Basketball Academy, un logo che vede la skyline di Cremona colorata del blu Vanoli e il pallone da basket che la sostiene dipinto del verde Sansebasket. Abbiamo voluto sottolineare che lo sport sostiene la città”.

Dopo la firma della collaborazione e lo scambio delle maglie da parte di Ruth Vanoli e Fabio Tambani, è intervenuto l’assessore allo sport del comune di Cremona Mauro Platè: “Lo sport che sostiene la città, che forza questo slogan e questo logo. È un momento importante per la città ed è bello ospitarne la firma in questa sala che è la sala dei cittadini. Questo progetto è un grande esempio su come investire sul futuro dei nostri giovani”.

Anche il Sindaco di Cremona Gianluca Galimberti ha voluto salutare questa nuova collaborazione: “Eventi come questo fondano la città. Ha ragione Aldo Vanoli a porre l’attenzione sulle infrastrutture. Bisogna fare di più anche se molto, grazie a pubblico e privato, è stato fatto. Ma oltre alle strutture fisiche voglio porre l’attenzione su altre tre infrastrutture contenute in questo progetto e che sono fondamentali nel modo in cui vogliamo intendere l’attività sportiva. La prima infrastruttura è la volontà di lavorare insieme che voi avete dimostrato. La seconda è il progetto educativo da cui voi siete partiti e la terza è la competente passione per lo sport e per la vita che voi avete. State costruendo un modello di relazione da imitare”.

Infine, ultimo ma non ultimo, il Presidente Regionale del CONI Oreste Perri: “Nel vostro progetto è stato anteposto il Noi all’Io. Non sempre questo succede nello sport. Aldo e Fabio hanno fatto cose straordinarie per lo sport e per la città di Cremona e continueranno a farne insieme in questa collaborazione che vuole utilizzare lo sport per l’atleta e non l’atleta per lo sport”.

Hanno portato il loro pensiero e il loro saluto anche Tiziano Zini, rappresentante provinciale del CONI, Giovanni Radi del Panathlon Cremona, Giampaolo Pedrini dell’ufficio scolastico territoriale, Daniela Panizzi delegata provinciale della FIP e Cesare Beltrami direttore della scuola regionale dello sport del CONI.

La serata si è conclusa con le foto di rito insieme agli atleti delle due squadre Under 14 Sansebasket e dell’Under 16 Vanoli Young.

 

 

 

fonte: Ufficio Stampa Vanoli Basket           –       Ufficio Stampa Sansebasket

Commenta
(Visited 45 times, 1 visits today)

About The Author