Openjobmetis Varese, Attilio Caja rinnova fino al 2022

Pallacanestro Openjobmetis Varese comunica con grande soddisfazione di aver raggiunto un accordo per il rinnovo del contratto con Attilio Caja. Il tecnico di Pavia, dimostrando grande attaccamento e fiducia al club biancorosso, continuerà a rivestire il ruolo di capo allenatore della prima squadra fino al termine della stagione sportiva 2021-2022. La conferma in panchina di coach Attilio Caja è un passo importante che consentirà alla Pallacanestro Varese di avvalersi per altre tre stagioni della collaborazione di un grande professionista con Varese nel cuore che in tutti questi anni ai piedi del Sacro Monte non ha mai fatto mancare il proprio contributo sia in campo sia fuori.

Attilio Caja, allenatore Pallacanestro Openjobmetis Varese: “Ringrazio la società e in particolar modo Toto Bulgheroni per la fiducia che ripongono in me, che mi gratifica molto, mi responsabilizza e che mi impegna naturalmente a dare tutto me stesso per ripagarla. A Varese si è creato un ambiente molto bello e la domenica in casa siamo sempre riusciti a regalare delle belle emozioni al nostro pubblico. Vedere così tanti tifosi contenti per quello che la squadra è riuscita a mettere in campo è motivo di grande soddisfazione: a Masnago siamo riusciti, tutti insieme, a conquistare 12 vittorie. Ma i nostri tifosi ci sono stati vicini anche nelle sconfitte perché fino alla fine hanno comunque sostenuto i ragazzi, apprezzando l’impegno e il coraggio dimostrati. E anche questo, naturalmente, ci ha sempre spinto a dare il massimo. Oggi insieme a Toto Bulgheroni e ad Andrea Conti siamo già al lavoro per mantenere questo clima positivo e per cercare di conquistare il miglior risultato possibile“.

Comunicato a cura di Ufficio Stampa Pallacanestro Varese.

Commenta
(Visited 22 times, 1 visits today)

About The Author

Gianluca Zippo Nato a Formia il 13/01/1988. Laureato in Giurisprudenza presso la Federico II di Napoli, già collaboratore e redattore per Teladoiolamerica.net e Road2sport.com, il calcio, l’NBA e la F1 sono la mia malattia, ma il mondo dello sport mi affascina a 360°.
Per Info